122° anniversario della nascita di Charlie Chaplin: nel segno delle auto d’epoca

charlie chapline auto

Charlot! Chi non lo conosce? Ricordo una scena dove aveva ingoiato accidentalmente un fischietto, e questo gli fece venire il singhiozzo, ed ogni volta che singhiozzava emetteva un fischio piuttosto potente. “Fiii!”, al primo fischio una bella donna si gira e se la prende con lui; “fiii!”, ancora un altro fischio, ed un vigile urbano lo rimprovera di confondergli il lavoro; “fiii!”, ancora un altro fischio e si ferma un taxi, poi un altro taxi ancora, i cui conducenti, ogni volta, mandavano a quel paese il povero Charlot.

Oggi, sabato 16 aprile 2011, festeggiamo il 122° anniversario della nascita di Charlie Chaplin, prima star di Hollywood, attore comico, drammatico, sceneggiatore, regista, produttore del grande cinema di consumo.

Baffi, bombetta e cappello vestono l’inconfondibile macchietta di Charlie Chaplin, che per l’occasione ha ricevuto anche una personale clip di Google, davvero bravo stavolta nel regalarci qualcosa di originale. L’avete vista? Se la risposta è no, beh, correte a farlo perché ne vale la pena.

In questo post intanto vi segnaliamo una curiosità dedicata agli appassionati di auto d’epoca. Che auto aveva Charlie Chaplin? Premesso che una persona che nei primi anni ’20 firmava un contratto di oltre 600.000 dollari all’anno con una casa produttrice di Hollywood, di automobili ne ha avute a bizzeffe, e pure costose. Una però, in particolare, viene fatta risalire a Chaplin, forse perché è stata quella più utilizzata nei suoi film o presente in qualche foto finita agli albori della storia: una Pierce Arrow Dual Cowl Phaeton 4 porte del 1929. La vettura fu prodotta fino al 1938, nella foto che segue dovreste riconoscerla facilmente. Montava un motore 8 cilindri da 132 cv, al top della gamma era capace di spingerla fino alla velocità massima di 185 km/h. Il prezzo era di 10.000 dollari e, da quel che ho letto, si trattava di una cifra che teneva lontani anche i clienti più benestanti. Niente male per Charlie Chaplin!