Alfa Romeo, il futuro dopo l’accordo con Mazda



Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato dell’accordo stipulato tra Fiat e Mazda per realizzare una spider a trazione posteriore che andrà ad ampliare l’impoverita gamma del marchio Alfa Romeo e verrà prodotta, a partire dal 2015, presso gli stabilimenti della casa costruttrice nipponica di Hiroshima. In molti, nei mesi scorsi, avevano iniziato a sospettare che Fiat si stesse iniziando a distaccare dallo storico marchio Alfa Romeo che può contare su un’offerta decisamente scarna al momento.
Quest’accordo stipulato con Mazda rappresenta, tuttavia, una concreta possibilità di crescita e di rilancio a livello internazionale del marchio Alfa Romeo che non potrà che trarre benefici dalle conoscenze tecniche provenienti dalla casa nipponica. La nuova vettura che verrà sviluppata potrebbe, infatti, permettere al marchio italiano di esplorare nuovamente settori di mercato in cui oggi non è presente.
Ad oggi la gamma Alfa Romeo risulta essere piuttosto impoverita con le sole MiTo, che da tempo è in attesa di un restyling, e Giulietta a tenere alta la bandiera storia del marchio fondato a Milano nel lontanissimo 1910.
Sergio Marchionne, presidente ed amministratore delegato Fiat, in un intervento riportato dagli organi di stampa, sottolinea l’importanza dell’accordo con Mazda per il futuro dell’Alfa Romeo che rappresenta, ad oggi, una risorsa importante dell’intera azienda torinese.
“Questo accordo dimostra chiaramente il nostro impegno verso Alfa Romeo e la nostra determinazione nel renderlo un marchio globale. Attraverso la nostra partnership con Mazda collaboreremo con il leader assoluto nelle architetture di veicoli compatti a trazione posteriore per poter creare uno spider che susciti entusiasmo e che sia carico dello stile Alfa Romeo”