Aston Martin AMV12, il concept di Sabino Leerentveld



Non si sa ancora se la Aston Martin AMV12 anticipa le forme della tanto attesa super sportiva della Casa di Gaydon, fatto sta che questa volta il designer olandese Sabino Leerentveld ha realizzato una concept car dalle linee davvero aggressive, tanto che la parte anteriore e soprattutto il muso ce la fanno apparire come uno squalo.

Per realizzare una vettura del genere il designer olandese pare si sia ispirato alle hypercar di un certo calibro, come: Jaguar XJ220, l’Aston Martin DBR9, la Bmw Nazca di Italdesign, praticamente tutti bolidi di un certo livello.

Quello che salta subito agli occhi delle linee della Aston Martin AMV12 sono le sue linee precise con il corpo vettura slanciato e molto schiacciato a terra che la rendono davvero un’auto aggressiva, infatti è quasi impossibile non innamorarsi di quel muso.

Va detto comunque che l’eclettico designer di Rotterdam non è nuovo a queste accattivanti linee, infatti è stato autore di altri prototipi divenuti subito famosi, basti pensare alla Bmw Nazca C2, alla Lamborghini PMF-L Formula 1 Concept, vale a dire una vettura ispirata alle Formula 1 ma bi posto e con motore V12 da 1’200 cavalli di potenza tutti da scaricare a terra.

A questo punto bisogna capire se i vertici dell’Aston Martin vorranno produrre in una edizione limitatissima questo gioiello della matita di Leerentveld così da realizzare una vettura ancor più potente della One-77, la GT da quasi 1,5 milioni di euro che è equipaggiata con motore V12 da 7,3 litri con potenza da 750 cavalli. Se il progetto dovesse andare in porto avremo una vettura ancora più potente e ancora più limitata negli esemplari prodotti rispetto ai 77 della One-77.