Autonomia auto elettriche, quanto dura una ricarica di una macchina elettrica?





In tanti si chiedono se le auto elettriche siano davvero efficienti e, soprattutto, quanta autonomia possiedono.
Diciamo subito che le batterie delle auto elettriche devono essere ricaricate periodicamente alla rete elettrica, oppure con il freno rigenerativo. Il tempo di ricarica è vario, dipende sostanzialmente dalla corrente trasmissibile dalla rete elettrica che, normalmente, è di 1.5 kW nei paesi come Stati Uniti, Canada, Giappone ed in generale ovunque la tensione sia 110 V e fino a 3-6 kW in paesi dove la corrente è a 240 V. In Italia troviamo i contratti da 6 kW. Per fare un esempio è necessaria un’ora per ricaricare una piccola batteria da 250 Ah (che copre dai 20.4 ai 50 km) con un generatore da 10 kW.

Le ricariche veloci sono utili per fare piccoli spostamenti ma, se si dispone di tempo, sarebbe ideale caricare le propria vettura elettrica circa 6-8 ore, per farla così arrivare al massimo dell’autonomia.
La Daihatsu Mira per esempio, che in Italia conosciamo con il nome di Cuore, è una vettura elettrica che con una sola carica ha coperto più di 1000 km. Un record senza precedenti, finito direttamente nel Guinness, considerato che il precedente primato (di sei mesi fa) era di “appena” 555.6 km.
La Daihatsu Mira è alimentata da un pacchetto di 8320 batterie agli ioni di litio Sanyo e grazie alla messa a punto del Japan Electric Vehicle Club è riuscita in questa incredibile impresa. Al volante della Daihatsu Mira si sono alternati 17 piloti durante le 27 ore del record.
Certo, la Mira è un’auto da record, ma anche le altre auto elettriche sono capaci di autonomie nell’ordine delle 2-300 km.