Bmw Dynamic Spot Light System: diamogli un’occhiata

Bmw Dynamic Spot Light System

La Bmw è sempre stata una Casa costruttrice all’avanguardia per quanto riguarda la tecnologie delle proprie auto e per non smentirsi mai ha annunciato due nuove utili tecnologie di illuminazione.

Il primo dispositivo prende il nome di Dynamic Light Spot system, praticamente un sistema di illuminazione intelligente che tramite un sensore ad infrarossi riesce a percepire il calore emanato dai corpi e quindi riconosce le persone o gli animali posti a 100 metri di distanza dal muso della nostra Bmw. A questo punto l’auto automaticamente proietta un fascio di luce che allerta la persona e il guidatore.

Detto questo possiamo dire che è vero si che questo sistema agisce autonomamente a prescindere dalle manovre del guidatore, ma si potrebbe obiettare dicendo che molti animali se abbagliati tendono a rimanere immobili sull’asfalto e quindi potrebbe essere controproducente, anche se il guidatore avrà più tempo per frenare o rallentare dato che si avvedrà prima del pericolo.

Il secondo sistema innovativo messo a punto dalla Bmw prende il nome di glare-free high beam assistant ed è un sistema adattivo di illuminazione notturna. Praticamente grazie ad un sensore posto sullo specchietto retrovisore interno viene rilevata l’illuminazione dell’ambiente e di conseguenza viene regolata la potenza luminosa necessaria dai fari bi-xenon. Oltre a questa particolarità il sistema riconosce anche i veicoli che sopraggiungono nell’opposto senso di marcia, fino a 1 km prima, e viene regolato il fascio abbaglianti fino ad abbassarlo del tutto quando i veicoli sono ormai in prossimità l’uno dell’altro.

Sugli ultimi modelli Bmw sono disponibili luci a led con integrati gruppi ottici con funzioni adattive e di svolta e riescono ad aumentare il contrasto visibile sugli oggetti illuminati dai fari.