Dacia, vendite in crescita nonostante la crisi

DaciaDuster_02

Se il mercato dell’auto italiano, preso nella sua globalità, non sta attraversando un periodo positivo, lo stesso non si può dire del segmento low cost del settore delle quattro ruote che, grazie alla crisi, ha fatto registrare un incremento del 7.43% nel confronto tra il 2010 ed il 2011. Stando alle proiezioni, per l’anno in corso la crescita, nonostante la crisi del settore, dovrebbe seguire lo stesso filo conduttore del 2011 attestandosi ad un valore compreso tra il 5% ed il 7%.

A guidare l’intero settore low cost è Dacia che si conferma essere leader all’interno di uno dei pochi segmenti in crescita del mercato dell’auto italiano. Rispetto al 2010, Dacia nel corso dell’anno passato ha fatto registrare un incremento notevole nel numero di vetture immatricolate raggiungendo un totale di 25.875  unità con una crescita pari al 15.3%.

Modello di maggior successo del brand Dacia è il SUV  low cost Duster che, in commercio dal 2010, è rapidamente diventato il secondo SUV più venduto in Italia con un totale di 19.600 unità immatricolate lo scorso anno. Un risultato davvero straordinario.

Ecco quanto dichiarato agli organi di stampa da Francesco Fontana Giusti, direttore Comunicazione e immagine Renault Italia azienda che controlla il marchio Dacia:

“La Marca Dacia ha contribuito al successo del low cost nel settore automobilistico confermandosi, nel 2011, come unica e migliore interprete della filosofia low cost applicata al mondo dell’auto. Low cost non vuol  dire Low Price, vuol dire il prezzo giusto per il massimo della qualità: Dacia è esattamente questo. La scelta intelligente per chi cerca la sostanza e non solo l’apparenza.”