Fiat Chrysler, Marchionne delinea la nuova squadra



Ormai è un po’ di tempo che Fiat e Chrysler sono a tutti gli effetti un’unica azienda e la fusione finanziaria è solo il passaggio burocratico mancante. Notizia degli ultimi giorni, a confermare questo dato di fatto, è che i due marchi sono uniti anche nel management, infatti l’ad Sergio Marchionne ha iniziato a delineare la squadra futura del Gruppo che dovrà competere sempre di più a livello mondiale con le altre Case costruttrici.

Le novità riguardo all’organizzazione della nuova squadra sono prima di tutto strutturali, in quanto la suddivisione per aree di interesse è più evidente e per la multi nazionalità delle persone che ne faranno parte, sempre per cercare di muoversi meglio a livello globale.

I responsabili per i mercati di riferimento sono 4, Europa, Nord America, America Latina e Asia, mentre il Group Executive Council sarà unico e vedrà la presenza di 22 figure tra le quali c’è anche lo stesso amministratore delegato. Di questi 22 ben 14 provengono da Fiat, basti pensare ad Alfredo Atavilla, Lorenzo Sistino, Harald Wester e Richard Palmer, mentre 8 provengono da Chrysler e tra questi avremo la presenza anche di una donna, vale a dire Linda Knoll che sarà il capo delle risorse umane.

Marchionne si riserverà di occuparsi del Nord America, mentre per l’Europa toccherà a Gianni Coda. Per quanto riguarda Fiat invece c’è stata una piccola rivoluzione, infatti si sapeva che il manager in più forte ascesa era Olivier François che dovrebbe ora gestire la pratica della Lancia, mentre Michael Manley, responsabile di Jeep, diventa ora anche responsabile della sezione dell’ Asia.