Fiat, Marchionne conferma gli impegni in Italia





Fiat sta attraversando un periodo molto particolare della sua storia recente. Se da una parte il gruppo italo americano sta riscuotendo degli ottimi risultati di vendita in Sud America, in particolare in Brasile, ed in Nord America, grazie soprattutto alla rinascita di Chrysler, dall’altra la forte crisi che sta colpendo tutto il mercato europeo ed in particolare il nostro paese sta creando non pochi problemi finanziari a Fiat.

Anche a seguito di alcune decisioni dell’azienda si era avanzata la ipotesi che Fiat avesse intenzione di lasciare il nostro paese.
Si tratta, ad ogni modo di un’ idea totalmente errata. A dichiararlo è stato lo stesso Sergio Marchionne che ha affermato, al termine di un incontro con i sindacati, che Fiat farà di tutto per restare la dove ha avuto origine la sua storia.

Per il momento, quindi, sembrerebbe che non verrà chiuso nessun impianto in Italia nonostante lo stesso amministratore delegato Fiat ha fatto sapere di non voler investire in un nuovi progetti per l’Europa in questo momento.

Si tratta, in ogni caso, di una situazione ancora in divenire. L’intenzione di Fiat è quella di confermare il proprio impegno in Italia ma, alla fine dei conti, molto dipenderà da come, e quando, il mercato del vecchio continente tornerà a mostrare segni di ripresa.

Per il momento possiamo dire che se a breve termine vi è una certa sicurezza dell’impegno di Fiat in Italia, in un futuro più lontano le cose molto più incerte. Come già detto, molto dipenderà dall’andamento del mercato in Italia e, più in generale, in Europa.