Formula 1 2011, Gp India: Alonso soddisfatto per il terzo posto

fernando-alonso-3-300x211

Si chiude la prima edizione del Gran Premio di India con l’ennesima prova di superiorità del campione del mondo Sebastian Vettel e con un’altra prestazione positiva della Ferrari di Fernando Alonso che conquista il nono podio stagionale con un terzo posto, dietro anche alla McLaren di Jenson Button, che, dato l’attuale equilibrio di forze all’interno del mondiale non può che soddisfare il team di Maranello. A due gare dalla fine del mondiale la lotta per la seconda posizione in classifica generale si fa ancora più ardua con Button che porta il suo vantaggio a 13 punti sullo spagnolo della Ferrari che dovrà fornire due grandi prestazioni per spuntarla in questa mini contesa con il britannico della McLaren. Tra due settimane il circus della Formula 1 si sposterà ad Abu Dhabi per il penultimo appuntamento del mondiale. Un circuito che non ha mai portato troppa fortuna a Fernando Alonso che potrà sfruttare l’occasione di conquistare il suo primo podio.

Ecco un estratto delle dichiarazioni post gara rilasciate da Fernando Alonso al sito ufficiale della Ferrari in cui il pilota spagnolo, oltre ad un commento sulla gara appena disputata, dispensa anche un ricordo per i due piloti recentemente scomparsi, Marco Simoncelli e Dan Wheldon “E’ bello salire sul podio nel debutto della Formula 1 in India: mi piace avere un nuovo trofeo a casa. Oggi è stata comunque una giornata particolare, ricca di emozioni contrastanti. La soddisfazione per il podio non cancella infatti la tristezza che ci accompagna da giorni per la morte di due nostri colleghi – due persone speciali – come Dan Wheldon e Marco Simoncelli. Dopo questa gara il secondo posto nel campionato Piloti è ancora possibile ma è molto difficile perché la McLaren è in un periodo di grande forma, anche se il ritardo è di soli tredici punti. Siamo consapevoli che, sulla carta, noi siamo dietro alle due Red Bull e alle due McLaren: poi, se succede qualcosa di particolare, allora possiamo piazzarci sul podio. Oggi la squadra è stata fantastica riuscendo a sistemare un problema sull’ala anteriore che è stato individuato appena venti minuti prima della partenza. Al via non sono scattato benissimo e così Button è riuscito a passarmi. Poi ho cercato di rimanere vicino a Webber e, quando lui ha un po’ rallentato, mi sono fatto sotto e, rimanendo in pista un paio di giri in più di lui, sono riuscito a superarlo. Avere pazienza ha pagato...”