Formula 1 Gp Singapore Pirelli spiega le sue scelte

Pirelli-F1-tyres

I motori della Formula Uno sono pronti a rombare questo week-end sul circuito di Marina Bay a Singapore per l’esclusiva gara in notturna del campionato che si svolge sulla pista asiatica.  Per il nuovo appuntamento del Mondiale la Pirelli ha scelto, come del resto è accaduto sempre nel caso di circuiti cittadini, le sue mescole più morbide e quindi ad equipaggiare le monoposto saranno i Pirelli P Zero Yellow soft e P Zero Red supersoft.

Paul Hembery, nel suo consueto commento pre-gara, ha sottolineato l’importanza delle tattiche studiate ai box che di solito a Singapore hanno una rilevanza ancor maggiore rispetto al solito, ricordando anche un fattore che potrebbe certamente entrare in gioco è la safety car.

“A causa delle circostanze insolite in cui si corre la gara, con più di mille riflettori, le squadre e i piloti devono pensare molto alla strategia: qui la pista evolve in modo diverso rispetto alle gare che si disputano di giorno. Sebbene l’umidità sia costantemente alta, a Singapore non ha mai piovuto durante il Gran Premio e ci aspettiamo lo stesso anche quest’anno, quando scenderanno in pista le due mescole più morbide della nostra gamma F1. Poiché le velocità medie non sono molto elevate, il degrado non dovrebbe essere un problema se il pattinamento delle ruote viene controllato in uscita dalle curve più lente”, ha dichiarato il direttore Motorsport della Casa italiana.

Il consumo degli pneumatici insomma non sarà elevatissimo, però i piloti dovranno saperli gestire al meglio su un tracciato tortuoso sul quale non è semplice superare e dove l’alto grado di umidità aumenta lo stress fisico.