Incidenti stradali, da oggi parte il sacrificio dei Comuni italiani



Oggi i comuni italiani si sono rivolti al presidente Napolitano in cerca  di una mediazione per quanto riguarda i pesanti tagli che verranno imposti tra il 2011 e il 2012 dalla manovra finanziaria.

Il portavoce dell’ Assosegnaletica, Paolo Mazzoni, spiega che i proventi delle multe dovrebbero essere utilizzati per la manutenzione stradalema che già oggi vengono destinati alla spesa corrente o agli investimenti.

Che succederà  quindi se i comuni si troveranno ancora di più in difficoltà economica? Dove troveranno i fondi per sostituire la segnaletica stradale obsoleta o rifare il manto stradale?

Stornare i proventi delle multe, condotta stigmatizzata dalla Corte dei Conti, diventerà la norma,e il risultato sarà certamente un aumento degli incidenti stradali.

Mazzoni ha affermato che ad oggi un segnale su due è fuori norma e che questa situazione andrà certamente peggiorando se non si interverrà sì sul mal costume dei comuni, ma anche sui tagli che vengono loro imposti.

C’è da chiedersi quanti incidenti in meno ci sarebbero se i segnali e il manto stradale fossero a norma e quanti più ce ne saranno grazie ai tagli della manovra.