La Fiat è sbarcata in Cina





La Fiat finalmente sbarca in Cina, per la precisione nel distretto industriale di Jiading – Shanghai, con un nuovo stabilimento. Durante la cerimonia inaugurale erano presenti Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, John Elkan, Presidente di Fiat Group, Eugenio Razelli, Amministratore Delegato di Magneti Marelli.

L’impianto occuperà circa 450 dipendenti e si espanderà su una superficie di 10’500 metri quadri.

In questa nuova fabbrica verranno prodotti componenti idraulici per il cambio robotizzato Freechoice di Magneti Marelli, i quali vengono utilizzati per i cambi automatici.

La domanda è sempre più in crescita, tanto che secondo una stima recente già nel 2012 si prevede che la richiesta di cambi AMT possa arrivare alle 250’000 unità, mentre per quel che riguarda il segmento C si toccheranno le 46’000 unità.

La Fiat ha da sempre come obiettivo quello di “conquistare” l’Oriente e la seconda mossa di tale politica sarà fatta nel 2012 quando verrà costruito un impianto Fiat nel Guangdong.