La Peugeot RCZ arriva in Italia a tiratura limitata





Ci sono voluti solamente 2 anni a far diventare reale la Peugeot RCZ, che nel 2007 era stata proposta al Salone di Francoforte come concept car.
La RCZ è la prima auto Peugeot che è stata chiamata con una sigla ed inoltre porta sul suo frontale il nuovissimo logo della casa francese.
È possibile creare la propria RCZ su misura, grazie al programma che permette su internet di scegliere molte delle componenti della vettura.

È una vettura sportiva, che ricorda l’impostazione(stilistica) della 308. Ottima l’abitabilità dell’anteriore mentre qualcuno di alta statura potrebbe trovare molto scomodi i sedili posteriori. Sulla RCZ è presente un baule da 321 litri che può arrivare a 639 in caso di abbattimento dei sedili.
A spingere la Peugeot RCZ c’è una vasta gamma di motori Euro 5 che vanno a braccetto con cambi a 6 marce. Partiamo dal 1.6 benzina con turbo twin scroll da 156 cavalli che lancia la RCZ a 100 km/h in 8 secondi netti per una velocità massima di 217 km/h. Proseguiamo con il 2.0 diesel da 163 cavalli con filtro FAP che fa arrivare la sportiva francese a 220 km/h. Buoni i consumi, con 5,3 litri per 100 chilometri. Arriveranno poi il 1.6 benzina da 200 cavalli e, forse nel 2012, la versione ibrida da 200 cavalli composta dal 2.0 diesel da 163 cavalli e dal motore elettrico da 37 cavalli. Le prestazione della RCZ Hybrid4 dovrebbero prevedere consumi di 3,7l/100 km e 95 g/km di CO2.
I prezzi della Peugeot RCZ partono da 27mila euro fino a 30mila euro. Disponibile un solo allestimento, ma molto completo e al quale si possono aggiungere moltissimi accessori.