Mercato auto Giappone: Minicar Suzuki WagonR a ruba!



La Suzuki WagonR, piccola monovolume della casa automobilistica giapponese è tra le auto più vendute in Giappone nel mese di maggio, si tratta della prima minicar ad arrivare al vertice della classifica generale negli ultimi due anni. Secondo quelli che sono i dati diffusi dalle associazioni nazionali di rivenditori e quelli dei mini veicoli, la piccola utilitaria Suzuki è stata l’unica vettura passeggeri a superare le 10.000 unità vendute, con un bilancio di 11.186 esemplari, nonostante ci sia stata una flessione del 22,7%, dovuta alle conseguenze che ha provocato il terremoto nella nazione.

Il risultato della Suzuki WagonR è anche da collegare alle difficoltà di produzione incontrate dalle principali case costruttrici del Sol Levante, che hanno sofferto parecchio la sospensione delle attività nell’indotto del nord-est del Paese che è stato colpito dalla catastrofe. La Suzuki, che ha dei rapporti di collaborazione con la Fiat, ha invece impianti e fornitori di componenti che sono situati nella parte centrale del Giappone, ed è così riuscita ad aprile a limitare i danni. La sua produzione è stata infatti in calo del 31,1%, rispetto al -78,4% di Toyota e al -81% di Honda.

Lo stesso discorso vale anche per Daihatsu, la cui sede principale si trova a ovest nell’area di Osaka. Questa casa automobilistica è riuscita a piazzare la propria minicar Move al secondo posto della classifica di maggio con 9.402 unità e un incremento del 6,6%. Scendono nella classifica Honda e Toyota, che con la monovolume Fit e l’ammiraglia ibrida Prius, sono finite rispettivamente in terza posizione, con il -21,3% e 9.354 unità e in sesta posizione con il -76,1% e 6.491 esemplari.