Mercato Auto, a luglio immatricolazioni in calo del 21.39%



Il mercato auto italiano continua ad agonizzare. Anche a luglio, infatti, il mercato auto ha fatto registrare un sensibile calo nel raffronto tra i risultati realizzati nel 2011 e quelli realizzati nel 2012. Il calo, questo mese, è stato del -21.39%. Si tratta dell’ottavo mese consecutivo in cui il mercato auto italiano fa registrare un calo. Il totale di unità vendute nell’ultimo mese è stato di appena 108.826.

Quello realizzato nel mese di luglio appena terminato rappresenta il peggior risultato dal 1978 ad oggi per il mercato auto italiano. Era, infatti, dal 1978 che non si vendevano cosi poche vetture nel corso del settimo mese dell’anno.

Se si vanno a considerare anche i primi sette mesi dell’anno la situazione non fa che apparire ancor più negativa. In appena sette mesi, infatti, il mercato auto italiano ha visto crollare a picco le vendite. Il totale di unità vendute è stato di appena 923.739 da cui deriva un calo del -20.4% nel raffronto tra 2011 e 2012. In sostanza una su cinque delle auto vendute lo scorso anno sono rimaste nelle vetrine delle concessionarie quest’anno.

Discreto risultato per il gruppo Fiat a luglio. L’azienda italiana in un contesto di crisi assoluta del mercato auto riesce a perdere leggermente meno di quest’ultimo, fermandosi a -20.8% con un totale di auto vendute pari a 33.068. La quota di mercato del gruppo cresce di circa 0.2 punti percentuale passando dal 30.2% di luglio 2011 al 30.4% di luglio 2012.

Un risultato che non può certo mettere in secondo piano la crisi devastante che ha portato l’intero mercato auto italiano indietro di oltre trent’anni. Difficile, ad oggi, vedere una rapida soluzione al problema.