Mercato Seat, uno spiraglio nella tempesta



Cattive notizie per la Seat e per il suo futuro che appare sempre meno roseo, infatti la Volkswagen stessa che ne è l’attuale proprietaria, ha deciso di produrre qui la nuova Audi Q3, sperando di riuscire a saturare la produzione che ora come ora è appena al 60%.
Per il 2018 l’obbiettivo è portare la produzione fino alle 800.000 unità, per fare ciò occorrerà molto impegno e dedizione, oltre che sicuramente il rilancio del marchio e per far ciò si punta sempre di più sui nuovi modelli e nel frattempo di ci affida ai più collaudati quali Seat Ibiza, Seat Exeo e Seat Alhambra.
La Volkwagen vede la Seat e se la immagina come l’Alfa Romeo spagnola, capace di prendere il proprio marchio e portarlo di nuovo al vecchio splendore con l’audacia e col sapersi rinnovare e perché no, osare anche quel pizzico in più.
Per poter emergere non basterà dedicarsi solo al mercato casalingo o europeo però, ma si dovrà puntare con coraggio anche ai mercati emergenti quali quello Brasiliano, russo, indiano e Cinese.