Michelin Berlino 2010: Equilibrio Delle Prestazioni al centro prove Adac

michelin berlino adac 2010 foto

Venerdì 25 giugno Michelin ha radunato presso il centro prove Adac, nei pressi di Berlino,

la stampa specializzata per illustrare i frutti della sua nuova tecnologia nata da un investimento di circa 500 milioni di dollari nel settore Ricerca e Sviluppo.

Automobili10 era sul posto insieme agli altri blogger europei ed è stata testimone del workshop Michelin, e dei risultati dei test comparativi realizzati da parte degli organismi indipendenti Tuv Sud e Dekra.

La strategia di innovazione Michelin è stata affiancata da 5 anni di studi di soddisfazioni da parte dei clienti degli pneumatici. Studi che sono nati da questa domanda: cosa si aspetta il consumatore dal suo pneumatico?

Grazie alla diffusione dell’informazione ai tempi dei nuovi media, oggi ben il 60% degli acquirenti fa ricerche prima di cambiare pneumatico, ed il 75% di loro decide da solo senza appoggiarsi ai consigli degli specialisti o degli intermediari di vendita.

Un acquirente su due vuole che il suo pneumatico non necessiti di manutenzione e duri il più a lungo a possibile.

Dunque la durata di vita e la longevità dello pneumatico è la prima prestazione alla quale rispondere da parte di una casa produttrice.

A questa aggiungiamo il risparmio: come risparmiare benzina con lo pneumatico della nostra auto? Forse non tutti di voi sanno che gli pneumatici assorbono il 20% dell’energia nel caso di motori a benzina, ed il 30% nel caso dei veicoli elettrici.

Per questo l’importanza dello pneumatico nell’economia dei consumi è fondamentale: meno attrito scaturisce dalle vostre gomme, meno il motore deve sforzarsi per muovere il veicolo. Diminuiscono così i consumi: Michelin in questo senso ha lavorato sulle mescole, sul battistrada e sulla struttura dello pneumatico offrendo una tecnologia all’avanguardia che non ha rivali se confrontata con le concorrenti.

Oltre a durata e risparmio, la terza voce, insistita perlopiù dalle nuove normative di produzione europee, è quella della sicurezza. Pneumatici sicuri per la vostra auto: dal novembre 2012, come vi abbiamo già accennato in un precedente articolo, l’Unione Europea renderà obbligatoria l’etichetta di prestazioni anche per gli pneumatici.

In una scala che va dalla A alla G, gli pneumatici immessi sul mercato dovranno indicare il loro ranking per quanto riguarda consumi, livello di frenata su bagnato, rumorosità. Attualmente il 30% degli pneumatici sul mercato non risponderebbero a questi standard di commercializzazione.

Michelin si è preparata ed ha fornito una risposta globale a queste esigenze: i nuovi metodi di fabbricazione degli pneumatici Michelin fanno si che questi riducano lo spazio di frenata, grazie al raggiungimento lampo della temperatura rapida capace di far deformare lo pneumatico per sposare la strada, ed insieme diminuiscano il surriscaldamento durante la marcia normale, surriscaldamento che comporta un maggiore attrito e conseguente aumento dei consumi e di emissioni di CO2.

Moglie piena e botte ubriaca, in questo caso, grazie agli pneumatici Michelin Energy Saver Green X. Dalla condivisione di questi requisiti nasce il concetto di Equilibrio Delle Prestazioni nelle nuove strategie di produzione Michelin 2010: uno pneumatico che cerchi di offrire insieme sicurezza, longevità e risparmio.

Lo giusto pneumatico cambia tutto, come cita giustamente lo spot Michelin per questa campagna strategica. Noi di Automobili10 dedicheremo la settimana appena cominciata ad illustrarvi punto per punto la strategia Michelin ed i risultati pervenuti dal workshop di Berlino. Un paragrafo al giorno, non perdete questo appuntamento e vedete un po’ se anche voi siete in equilibrio con l’avanguardia degli pneumatici per la vostro auto.