Michelin tutte le novità 2015

michelin-1

michelin-1

MICHELIN, TUTTE LE NOVITA’ DEL 2015

Trascorsa l’estate, Michelin aggiorna i propri prodotti e servizi, tirando una linea importante rispetto al passato: da adesso in poi, è necessario farsi trovare pronti nei confronti delle richieste di mercato, da parte di automobilisti, motociclisti e veicoli industriali.

Richieste che esigono una maggiore precisione nell’efficienza delle prestazioni, ed una tecnologia all’avanguardia rispetto alla concorrenza.

Vediamo come Michelin si sta comportando in questo anno solare 2015, non solo nei confronti del consumatore finale ma, prima di tutto, nei confronti di sé stessa.

Michelin: Tecnologia e servizi on demand

On demand significa “su richiesta”.

La familiarità del termine deriva dall’utilizzo ormai diffuso dei programmi televisivi che possiamo scegliere e vedere immediatamente grazie a determinate tecnologie.

“Scegliere”, “immediatamente” e “tecnologie” sono parole chiave per Michelin, che ne aggiunge una quarta: “offrire”.

La scelta è determinata dalla consapevolezza di una necessità.

L’offerta va al di là della richiesta: può essere la risposta a esigenze inespresse, di cui l’utente non è consapevole, ma che sono rivelate dai comportamenti e dalle abitudini. Per Michelin, l’“utente” è chiunque viaggi, si sposti, trasporti persone e merci.

Dal 1889, la missione di Michelin è quella di contribuire al progresso della mobilità di beni e persone attraverso la produzione e la commercializzazione di pneumatici per tutti i tipi di veicoli (dalle due ruote alle macchine movimento terra), carte e atlanti stradali, guide turistiche, guide alberghi-ristoranti, ma anche attraverso il sito Internetviamichelin.it e le App.

Questo “utente” è il cliente e il consumatore, destinatari finali di prodotti e servizi, ma anche fonte attiva di informazioni che Michelin raccoglie e analizza per rispondere al meglio alle richieste dirette e alle esigenze inespresse. “Immediatamente”: il mondo è sempre più esigente.

Usiamo di proposito il termine “demanding” anche per indicare le richieste del mercato, che è mutevole e rapidissimo nella variazione e impone risposte pronte.

Tecnologie”: le risposte a necessità immediate e future devono essere pronte, ma anche tecnologicamente avanzate.

Del resto, è proprio il passo rapidissimo della tecnologia stessa che dà il ritmo a questo millennio.

La tecnologia Michelin nasce e si sviluppa: nel settore Ricerca e Sviluppo, attraverso la collaborazione con case produttrici di veicoli, attraverso la collaborazione con organizzazioni internazionali Il Centro Tecnologico Michelin è il cuore del settore di Ricerca e Sviluppo.

Ha sedi in Europa, America del Nord e Asia.

3 continenti per comprendere meglio le necessità dei clienti in Paesi diversi e realizzare tecnologie ad hoc, on demand.

Nel Centro Tecnologico lavorano 6.600 persone, specializzate in 350 ambiti diversi.

A Ladoux, in Francia, come nelle altre sedi del Centro Tecnologico Michelin in tutto il mondo, lavorano ricercatori, ingegneri, sviluppatori, esperti di tribologia (la scienza fisica che tratta dell’attrito e dei suoi effetti), meccanica dei fluidi, acustica, metallurgia, biologi, agronomi, collaudatori, tecnici.

Per la concezione, lo sviluppo e i test vengono usati 400 strumenti di simulazione diversi.

Michelin effettua ogni anno 1,8 miliardi di chilometri con i testi di longevità e durata su strada e su macchina per gli pneumatici di tutte le categorie (vettura, moto, autocarro, macchine

agricole e movimento terra, bicicletta).

Per dare un’idea: si tratta di un giro del mondo ogni 12 minuti.

Ogni anno, Michelin effettua 75.000 test statici o dinamici e in reali condizioni di utilizzo.

Al settore Ricerca e Sviluppo Michelin destina 640 milioni di euro l’anno.

Nel 2014, dal Centro Tecnologico è nato un laboratorio singolare, il Road Usage Lab, un “laboratorio su strada” e uno dei più grandi laboratori di ricerca sulle abitudini di guida oggi esistenti.

Si basa sul monitoraggio dei veicoli di 3.000 automobilisti in Europa grazie a un dispositivo telematico installato sull’autovettura che permette di raccogliere direttamente le informazioni provenienti dai veicoli nelle reali situazioni quotidiane, in ogni condizione atmosferica.

Nello specifico, il Road Usage Lab monitora tragitti, ore di uso della vettura ogni giorno, chilometri percorsi, comportamenti di guida.

Il Road Usage Lab non è solo un laboratorio, ma una vera community, interpellata regolarmente con domande e sondaggi specifici per comprenderne le abitudini e le scelte.

Il Road Usage Lab permette quindi di monitorare veicoli in tempo reale, ma anche di ascoltare le esperienze e le impressioni degli automobilisti che si trovano ad affrontare condizioni meteo diverse.

La comprensione dei comportamenti è un must del processo di sviluppo dei prodotti Michelin.

I dati registrati arricchiscono il patrimonio di conoscenze del Centro Tecnologico Michelin e contribuiscono all’elaborazione delle soluzioni proposte agli automobilisti.

Nell’ambito della collaborazione con le case produttrici di veicoli, Michelin sviluppa prodotti su misura secondo richieste specifiche, collaborando, per esempio, con Audi, BMW, Ferrari, Mercedes, Porsche e molti altri marchi. In questo campo, realizza prodotti dedicati che rispondano alle esigenze del costruttore, che variano in base alle caratteristiche del modello.

In questi casi Michelin è coinvolta nello sviluppo dello pneumatico già nella fase di progettazione del veicolo.

Questo è il caso della Ferrari 599 GTO, equipaggiata in esclusiva con gli pneumatici Pilot Super Sport, caratterizzati da battistrada bimescola sull’anteriore e trimescola sul posteriore, o della F12berlinetta, la Ferrari più potente mai costruita.

Per quanto riguarda i mezzi pesanti, le collaborazioni con Renault, Iveco Scania e altri costruttori hanno come obiettivo principale quello di contribuire al miglioramento dell’efficienza energetica e dell’operatività quotidiana dei mezzi.

Per questa categoria di veicoli, Michelin sviluppa pneumatici dedicati per ogni marchio con caratteristiche di basso consumo di carburante e resistenza alle accidentalità, voci che impattano sulla redditività degli operatori.

La tecnologia on demand nei servizi e nei prodotti

MICHELIN solutions: soluzioni on demand per aumentare la redditività delle flotte.

MICHELIN Solutions è una società del Gruppo che progetta e commercializza soluzioni innovative per le flotte di autocarri, autobus, veicoli commerciali e macchine movimento terra.

Nell’ambito del servizio al cliente, MICHELIN solutions offre ai gestori delle flotte di veicoli pesanti una soluzione globale per esigenze prioritarie, come: ridurre i costi, consegnare in tempo, ottimizzare la gestione, ridurre i consumi di carburante, rispettare l’ambiente.

L’originalità delle soluzioni offerte è basata su punti chiave, tra cui l’impegno sul risultato contrattuale, condiviso con il cliente, e la garanzia di rimborso se gli obiettivi non sono raggiunti.

MICHELIN® solutions si avvale di un’esperienza che deriva dai servizi offerti a oltre 300.000 mezzi, seguiti da più di 700 esperti che operano in tutta Europa.

Si tratta di un ecosistema di esperti unico, che si basa su partner meticolosamente scelti per il know-how e il progresso tecnologico negli ambiti della telematica, dell’elettronica, della formazione e della gestione di flotte.

Michelin Lifestyle Limited, società del Gruppo Michelin, opera in partnership con Jihua Group Corporation Limited (colosso cinese nella produzione di tessuti e abbigliamento tecnico, prodotti in cuoio, gomma e loro derivati), per la realizzazione di suole tecniche. “From tires to soles”.

È questo il claim per il lancio del progetto che vede Michelin entrare nel settore delle suole per calzature ad alte prestazioni.

Pneumatici e scarpe condividono lo stesso vocabolario: impronta, suola, battistrada, stabilità, gomma e tessuto.

Sono quindi facilmente intuibili le ragioni che hanno spinto Michelin e Jihua Group Corporation Limited a unire le proprie forze nella produzione di suole tecniche.

Dall’outdoor alla sicurezza sul lavoro, dal lifestyle allo sport estremo, l’Omino Michelin sarà sempre più interprete di nuove tendenze internazionali e dello sviluppo di soluzioni innovative.

Il valore aggiunto che Michelin offre al mercato è la co-progettazione al fianco del partner calzaturiero, così da sviluppare una suola che andrà ad integrarsi con la struttura della tomaia e del resto della scarpa, unendo il know-how Michelin nel “contatto al suolo” alle competenze del brand partner.

Tra i prodotti recentemente lanciati sul mercato, la suola high performance Michelin Urban per calzature da motociclismo si avvale della tecnologia di due modelli di pneumatico, MICHELIN Pilot Road 3 e MICHELIN Pro 4 Grip.

La suola è stata realizzata “on demand” per TCX®, azienda leader nel mondo delle calzature tecniche per motociclisti.

Pneumatici Moto: la tecnologia on demand dalle competizioni agli pneumatici hypersport.

Nel servizio al cliente, quindi, la tecnologia Michelin può viaggiare From tires to soles, ma anche From track to road: dalle suole con la tecnologia di pneumatici moto alla nuova offerta di sei pneumatici hypersport e da pista destinati a 4 esigenze diverse. Michelin sarà fornitore ufficiale del MotoGPTM World Championship dal 2016: il ritorno alle corse nella categoria principale delle competizioni è annunciato dal lancio di sei nuovi pneumatici Michelin hypersport e da pista destinati a 4 usi distinti: Power SuperMoto & SuperMoto Rain, Power SuperSport Evo, Power Cup Evo, Power Slick Evo, Power Slick Ultimate, Power Cup Ultimate.

Alla base dello sviluppo di questi pneumatici c’è l’esperienza maturata nelle competizioni, che rappresentano per Michelin un laboratorio a cielo aperto per testare nuove tecnologie da trasferire agli pneumatici destinati al consumatore: From track to road, dalla pista alla strada.

Grazie alla presenza nei campionati di Supermotard, nel Campionato Italiano velocità e nei vari trofei nazionali, Michelin è riuscita a comprendere le necessità e le aspettative dei motociclisti, a tradurle in tecnologie e a trasferirle in 6 nuovi prodotti in grado di soddisfare le esigenze dei motociclisti più sportivi.

Nuovo pneumatico MICHELIN XTXL E4 L4 , disponibile da questa estate 2015 (dimensioni: 26.5 R 25 XTXL E4**** L4*** TL ; 29.5 R 25 XTXL E4**** L4*** TL ; 35/65 R 33 XTXL E4**** L4*** TL).

Gli operatori del settore movimento terra, come tutti gli altri attori economici, devono fare i conti con obiettivi di produttività sempre più difficili da rispettare. Richiedono affidabilità, robustezza, efficienza, buona motricità, durata e resistenza, il tutto in condizioni di lavoro estreme.

Da sempre Michelin è al loro fianco mettendo a disposizione le migliori tecnologie.

Nel 2015, Michelin presenta il nuovo pneumatico MICHELIN XTXL E4 L4, destinato alle pale caricatrici.

L’obiettivo è garantire ai clienti una migliore efficienza operativa attraverso un’innovazione sia sui materiali, sia sulla progettazione dello pneumatico.

“Il miglior pneumatico con il miglior servizio” è la formula vincente applicata quotidianamente sul terreno.

Il concetto di servizio è nel DNA di Michelin sin dalle origini.

Nel settore delle macchine movimento terra, Michelin può contare su un team di specialisti la cui missione è fornire ai clienti utilizzatori la migliore consulenza tecnica supportata dal servizio professionale garantito dalla rete di distributori partner MEP “Michelin Earthmover Professionals”.

Lo pneumatico MICHELIN XTXL E4 L4 permette di trasportare il 15% in più di carico rispetto alla generazione precedente (MICHELIN XLD D1) grazie alla sua carcassa rinforzata con *** (il numero di stelle è un riferimento nell’industria dello pneumatico che indica la capacità di carico per una dimensione e un impiego definiti). La tecnologia B2 permette di trasmettere fino al 20% di potenza in più senza rotazione sul cerchio.

La resistenza è stata aumentata del 20% sulla parte superiore e del 10% sui fianchi: lo pneumatico MICHELIN XTXL E4 L4 offre maggiore robustezza.

Più capacità di carico, maggiore potenza senza rotazione sul cerchio, maggiore resistenza alle aggressioni: con il nuovo pneumatico MICHELIN XTXL E4 L4, Michelin dà seguito alle attese degli operatori movimento terra garantendo maggiore produttività.

Il nuovo pneumatico MICHELIN XTXL E4 L4 è dotato della tecnologia B2, che, grazie alla nuova architettura della zona del tallone, riduce il rischio di rotazione sul cerchio.

La tecnologia B2 consiste in un cerchietto metallico con una superficie di contatto sul cerchio più larga del 30%, che aumenta la presa dello pneumatico sul cerchio rispetto alla precedente generazione di MICHELIN XLDD1.

Inoltre, MICHELIN XTXL E4 L4 beneficia di cavi di carcassa più solidi, con il 40% di massa metallica in più, fianchi più spessi del 50% e un rinforzo di acciaio in sommità che aumentadel 20% il livello di protezione contro le forature che possono intervenire sul battistrada.

Il disegno delle spalle dello pneumatico ne favorisce il raffreddamento, mentre la zona del centro del battistrada ed i suoi tasselli massicci ne migliorano forza e trazione.

In grado di operare a pressioni fino a 8 bar, questa struttura rinforzata, più spessa e resistente del 30% rispetto alla precedente generazione di pneumatici MICHELIN XLDD1, grazie all’uso di cavi *** permette di trasportare carichi maggiori trasferendo il 20% di potenza in più senza rischi di rotazione sul cerchio. La capacità di carico dello pneumatico è aumentata del 15% rispetto alla generazione precedente e può raggiungere 32,5 tonnellate (nella dimensione 35/65 R33).

Questo consente agli operatori che si dotano delle nuove e più potenti generazioni di pale caricatrici (gli ultimi modelli possono sviluppare più di 400 cavalli), di soddisfare i loro bisogni di produttività massimizzando le ore di lavoro.

Longevità e produttività sono i due punti di forza di questo pneumatico per soddisfare le esigenze degli operatori.

michelin-2

MICHELIN PRO4 Endurance e MICHELIN PRO4 Service Course: resistenza alle forature e aderenza sul bagnato, i migliori pneumatici per biciclette.

Requisito essenziale per il 76% dei ciclisti, la resistenza alle forature è la priorità per chi partecipa a gare amatoriali e granfondo, mentre nella competizione il requisito è l’aderenza sul bagnato.

Due pneumatici della gamma MICHELIN PRO4, MICHELIN PRO4 Endurance e MICHELIN PRO4 Service Course, rispondono alle esigenze di entrambe le categorie.

MICHELIN PRO4 Endurance offre migliore protezione, grazie a una tela di rinforzo che aumenta la resistenza alle forature del 40% e contribuisce alla elevata durata chilometrica.

MICHELIN PRO4 Endurance è dotato di un battistrada bi-mescola, sviluppato per massimizzare la resistenza all’usura e l’aderenza in curva.

MICHELIN PRO4 Service Course è in grado di affrontare ogni tipo di difficoltà su strada asciutta, umida o bagnata grazie alla tecnologia Bi-Compound di ultima generazione.

Questo pneumatico offre quindi una durata chilometrica ottimizzata, il 30% in più di aderenza sul bagnato ed è dotato di una tela di rinforzo che migliora la resistenza alle forature del 10%.

MICHELIN PRO4 Endurance, maggiore durata chilometrica e protezione Sviluppato per i ciclisti che privilegiano la longevità, MICHELIN PRO4 Endurance offre prestazioni e protezione.

Risponde ai bisogni di professionisti e cicloamatori, offrendo prestazioni ottimali in termini di resistenza alle forature, durata chilometrica e di aderenza.

Grazie alla tela di rinforzo contro le forature e i tagli, questo pneumatico associa alte prestazioni e durata chilometrica.

Queste qualità sono il risultato di due tecnologie: Battistrada bi-mescola (Bi-Compound) sviluppato per massimizzare la resistenza all’usura e l’aderenza in curva.

La mescola posizionata ai lati offre un livello di aderenza ottimale sul bagnato, mentre la mescola al centro, più dura, offre maggiore resistenza all’usura e alle aggressioni.

Seconda tecnologia è l’associazione della carcassa 3X110 TPI e della tela di rinforzo posizionata da cerchietto a cerchietto (HDProtection Bead2Bead) ottimizza la resistenza alle forature e contribuisce alla notevole resistenza dello pneumatico.

La gamma MICHELIN PRO4 Endurance si amplia: nuova sezione da 28 mm.

La gamma dimensionale di MICHELIN PRO4 Endurance, attualmente disponibile nelle misure 700x23C e 700x25C, si è ampliata da quest’anno con il lancio di una versione da 28 mm.

Lo pneumatico da 28 mm, con le stesse prestazioni delle altre sezioni della gamma in termini di aderenza, durata chilometrica e resistenza alle forature, permette di rispondere alle specificità delle ultime generazioni di bicicletta.

Grazie a un maggiore volume d’aria e a una pressione minima di 4 bar (contro i 5 per la sezione da 25 mm e 6 per la sezione da 23 mm), la sezione da 28 mm conferisce allo pneumatico maggiore polivalenza su tutti i tipi di superficie: asfalto liscio o granuloso, ghiaino o pavé, migliorando nello stesso tempo il comfort.

Inoltre, a velocità e pressione di gonfiaggio equivalenti, la sezione da 28 mm del MICHELIN PRO4 Endurance, dal profilo più piatto, migliora la resistenza al rotolamento, necessitando di meno energia rispetto allo pneumatico in versione 23 mm.

EFFITRAILER: L’ottimizzazione della gestione dei semirimorchi, che consente alla flotta di ridurre i costi di gestione migliorando sicurezza e mobilità.

La costituzione, nel 2013, di MICHELIN solutions esprimeva la volontà del gruppo Michelin di rispondere alle sfide della mobilità sostenibile inventando un nuovo modello di creazione di valore per i clienti.

Partendo dallo pneumatico, MICHELIN solutions con i propri partner ha proposto una gamma di servizi che risponde alle aspettative e alle problematiche attuali delle flotte europee.

La novità e la peculiarità di questi servizi stanno nel legame contrattuale che permette ai clienti di essere rimborsati se gli obiettivi concordati non sono raggiunti.

Un impegno in questi termini è unico sul mercato e prova ai trasportatori la fiducia che Michelin ha nella realizzazione delle loro aspettative.

michelin-3

Tra i servizi offerti da MICHELIN solutions, EFFIFUEL è una proposta contrattuale di riduzione del consumo di carburante, mentre EFFITIRES consiste, per il trasportatore, nell’esternalizzazione delle attività legate agli pneumatici, che comporta, da parte di EFFITIRES, l’impegno a ottenere un risparmio di carburante in seguito a un insieme di controlli e verifiche personalizzati della flotta e delle condizioni operative. EFFITRAILER segue gli stessi principi.

I clienti che hanno aderito a EFFIFUEL hanno già constatato una riduzione media nel consumo di carburante di 1,5 l/100 per veicolo. Al di là dei risvolti ecologici, questo programma offre a chi opera nel mondo dei trasporti maggiori profitti.

Agendo soprattutto sulla riduzione dell’immobilità dei rimorchi, EFFITRAILER permette ai trasportatori di aumentare la sicurezza del carico e l’affidabilità delle consegne.

MICHELIN solutions s’impegna così con le aziende di trasporto a ottimizzare la gestione dei semirimorchi e a fornire i mezzi per anticipare e risolvere gli imprevisti.

Con MICHELIN solutions, il gruppo Michelin ha messo a disposizione dei clienti tutto il proprio know-how per accompagnarli verso una mobilità più sicura, efficace e sostenibile.

Dopo EFFIFUEL e EFFITIRES, EFFITRAILER è un’innovazione unica nel mondo dei trasporti e segna l’allargamento del modello economico tradizionalmente legato a Michelin, estendendosi oltre i servizi legati allo pneumatico.

Come le altre offerte di MICHELIN solutions, EFFITRAILER propone ai clienti la formula “soddisfatti o rimborsati”.

Grazie a EFFITRAILER, chi gestisce le flotte di semirimorchi può contare adesso su tutto il know-how di MICHELIN solutions per ottimizzare il proprio parco dei semirimorchi.

Aumentare la redditività dei semirimorchi riducendo il numero di breakdown legati agli pneumatici e aumentare la percentuale di viaggi a carico.

Impiego di strumenti telematici e controllo della pressione in tempo reale (TPMS) per permettere alle flotte di gestire al meglio la propria attività, migliorare la sicurezza delle persone, dei materiali e dei beni trasportati, ottimizzare i costi e offrire una migliore qualità di servizio ai propri clienti.

L’obiettivo di EFFITRAILER, soluzione destinata ai semirimorchi, si articola in due impegni: inizialmente, la diminuzione dei breakdown legati agli pneumatici, per aumentare la sicurezza e la qualità del servizio e per ottimizzare i costi; in seguito, l’ottimizzazione del tasso di utilizzo dei semirimorchi per migliorare la produttività.

EFFITRAILER si rivolge specificamente a chi gestisce flotte di almeno 100 semirimorchi, con un numero di semirimorchi superiore ai trattori, e indipendentemente dalle marche di pneumatici utilizzati sui semirimorchi.

Maggio 2015: MICHELIN lancia sul mercato europeo MICHELIN CrossClimate, il primo, vero pneumatico estivo Michelin dotato di certificazione invernale.

Il nuovo MICHELIN CrossClimate concentra in un solo pneumatico le tecnologie estive e invernali.

Tecnologie che fino ad oggi risultavano incompatibili tra loro.

MICHELIN CrossClimate è l’unico pneumatico che offre i vantaggi degli pneumatici estivi e degli pneumatici invernali, quali Spazi di frenata ridotti su suolo asciutto.

“A” in frenata sul bagnato: nell’ambito dell’etichettatura europea, MICHELIN CrossClimate ottiene la classificazione massima normalmente destinata ad uno pneumatico estivo per quanto riguarda la frenata sul bagnato; da menzionare anche la certificazione invernale: 3PMSF (3 Peak Mountain Snow Flake – simbolo con una montagna a 3 cime e un fiocco di neve, applicato sul fianco dello pneumatico).

A queste prestazioni, il nuovo pneumatico MICHELIN CrossClimate aggiunge tutte le qualità che contraddistinguono gli pneumatici MICHELIN: durata chilometrica, efficienza energetica e comfort. Questo pneumatico completa l’offerta di pneumatici MICHELIN aggiungendosi alle gamme estive ed invernali.

MICHELIN CrossClimate beneficia di un innovativo mix di tecnologie di avanguardia su 3 componenti indissociabili dello pneumatico: l’architettura, la struttura e i materiali.

In particolare: le mescole di gomma, la scultura del battistrada e le nuove lamelle autobloccanti.

L’obiettivo di Michelin è di fornire lo pneumatico più adeguato ad ogni utilizzo, ad ogni stile di guida.

Gli pneumatici sono utilizzati nelle condizioni di guida più diverse e complesse, accuratamente individuate ed analizzate.

Sempre più spesso, gli automobilisti si trovano ad affrontare cambiamenti climatici inattesi, con pioggia, neve e cali improvvisi di temperature.

Le soluzioni di cui dispongono o gli atteggiamenti adottati non costituiscono una risposta soddisfacente.

L’innovazione permette di ottenere una perfetta corrispondenza fra utilizzi e tecnologie di avanguardia.

Ogni anno, Michelin investe oltre 640 milioni di euro nelle proprie attività di Ricerca e Sviluppo, effettua 75.000 test presso i suoi consumatori in tutto il mondo e intervista circa 11.000 acquirenti di pneumatici.

La soluzione messa a punto e commercializzata soddisfa un’esigenza di sicurezza, un desiderio di semplicità e una problematica economica.

Fin dal suo lancio commerciale, nella primavera del 2015, il nuovo pneumatico MICHELIN CrossClimate sarà disponibile in 23 dimensioni distinte, da 15 a 17 pollici, in modo da soddisfare il 70% dei volumi del mercato europeo. Nel 2016 è prevista l’estensione dell’offerta a pneumatici di altre dimensioni.

Il nuovo pneumatico MICHELIN CrossClimate combina le tecnologie estive e invernali MICHELIN e diventa il primo pneumatico semplice ed economico in grado di offrire una sicurezza ottimale in qualsiasi condizione meteorologica, in ogni momento dell’anno.