Nissan Leaf, è record di vendite in Norvegia

NissanLeaf_40

La diffusione delle vetture elettriche è contrastata da differenti fattori che spaziano dalle difficoltà tecniche connesse al nuovo tipo di alimentazione al costo eccessivo dei modelli oltre ad un, poco giustificato, timore verso questa nuova tecnologia.

La Nissan Leaf, una delle vetture simbolo del settore delle auto elettriche ha trovato e sta trovando non poche difficoltà nel penetrare al meglio all’interno del caotico mercato delle quattro ruote.

Un eccezione a questa situazione è rappresentata dalla Norvegia in cui le cose sembrano procedere in maniera completamente differente. Favorita dalla cultura eco-compatibile e dagli essenziali incentivi statali, la Nissan Leaf sembra aver trovato nel paese scandinavo l’habitat ideale per iniziare la sua conquista del mercato continentale. In sei mesi di permanenza in Norvegia la Nissan Leaf è riuscita a raggiungere la notevole cifra di 1000 ordini completati, raggiungendo il 2% del mercato totale norvegese nel mese di febbraio.

Nel corso del secondo mese dell’anno sono state vendute, in Norvegia, ben 214 unità di Nissan Leaf che, nella speciale graduatoria dello stato occupa, per il mese di febbraio l’undicesimo posto assoluto di una classifica che vede al comando la Toyota Avensis e e le due Volkswagen, Golf e Tiguan.

Nel giro di sei mesi, pertanto, il mercato norvegese è diventato il primo mercato mondiale per la Nissan Leaf. Un risultato straordinario ottenuto grazie alle capacità dello stato norvegese di puntare, con incentivi e agevolazioni varie, sul mondo delle auto elettriche che possono contare, nella sola Oslo su ben 3500 stazioni di ricarica, un numero incredibile soprattutto in rapporto agli altri paesi europei.