Nuova Toyota Yaris 2011, sarà anche ibrida



Siamo ormai giunti alla terza generazione della Toyota Yaris e anche questa volta spera di primeggiare nel segmento delle city car o per lo meno di essere protagonista della top 10 delle auto più vendute tra le city car.
La sua presentazione ufficiale avverrà al prossimo Salone di Francoforte in programma a settembre e la sua commercializzazione avverrà nell’autunno che arriverà con le sue piccole rivoluzioni a livello di design e non solo. Per quanto riguarda queste novità segnaliamo la doppia griglia anteriore, con quella inferiore di maggiori dimensioni. La calandra si presenta sottile, ondulata e allungata fino a collegarsi agli stretti fari a linea orizzontale. La parte laterale rimane invece più o meno invariata rispetto al modello uscente. L’aerodinamica della vettura è tutta in favore dell’ottimizzazione dei consumi. Al posteriore spicca il portellone incassato nei paraurti e sagomato in modo da formare un’unica linea curva, che finisce nei gruppi ottici. Novità nel design riguardano anche i cerchi in lega da 15 e 16 pollici e poi gli 8 colori della carrozzeria con 5 tonalità inedite.
La Toyota Yaris 2012 sarà disponibile in due varianti di carrozzeria, a 3 e 5 porte, di cui la prima sarà più sportiva e aggressiva, mentre la seconda più lineare e familiare. Inoltre il nuovo modello avrà delle dimensioni leggermente maggiorate, con una lunghezza aumentata di 100 mm, passo allungato di 50 mm e un assetto più basso di 20 mm.
All’interno la vettura riceverà delle linee più morbide rispetto al precedente modello, è stata migliorata l’ergonomia, la posizione di guida e la volumetria del bagagliaio. Ottima idea quella di aumentare lo spazio per le gambe per coloro seduti nei posti posteriori, infatti lo spazio per le ginocchia è stato aumentato di 35 mm.
Per quanto riguarda le motorizzazioni avremo 3 propulsori: 1,0, 1,33 VVT-i e il turbodiesel da 1,4 litri D-4D. Tutti sono dotati di tecnologia Toyota Optional Drive e sviluppa una potenza di 98 cavalli e coppia massima da 93 Nm. Questo consuma 5,0 litri/100 km e le emissioni di CO2 si farman a 114 g/km. Mentre l’unità a gasolio è da 90 cavalli e 205 Nm di coppia massima e i suoi consumi sono bassisimi: 3,9 l/100 km.
Questi motori sono abbinati a 4 allestimenti: base, Lounge, Style e Active. La versione su cui più punta il costruttore nipponico è quest’ultimo, che propone di serie: 7 airbag, poggiatesta anteriori attivi, sedile di guida regolabile in altezza, climatizzatore manuale, volante e leva cambio in pelle, interfaccia audio multimediale con display da 6,1 pollici e la telecamera posteriore per l’assistenza al parcheggio.
Per vedere la Yaris ibrida invece dovremo aspettare il Salone di Ginevra e la commercializzazione della versione HSD dovrebbe avvenire solo nella seconda metà del 2012.