Opel Ampera, posticipato l’arrivo in Europa



L’Opel ha ufficialmente comunicato di aver deciso di posticipare l’arrivo in Europa della sua Ampera. Infatti la casa automobilista tedesca ha voluto rimandare il lancio europeo della sua nuova ibrida plug-in, gemella della Chevrolet Volt.

Questo ritardo fa il paio con un’altra recente decisione, presa sempre dai boss della General Motors, maturata in seguito ai problemi di sicurezza legati alle batterie della Volt. Infatti nei giorni scorsi era stato annunciato che la Chevrolet Spark elettrica disporrà di accumulatori diversi da quelli recentemente incriminati. Nel frattempo in America le autorità competenti stanno continuando a investigare sui tre casi d’incendio che hanno coinvolto altrettanti esemplari di Chevrolet Volt a seguito di crash test, sembrerebbe infatti che le fiamma si siano propagate proprio dal pacco batterie agli ioni di litio. Comunque finché non sarà fatta luce chiara sulla vicenda, la Opel ha deciso di fermare tutto per poi passare ad  avviare la commercializzazione in un secondo momento in tutta sicurezza.

L’Ampera stava per essere distribuita nelle rete di vendita in Germania, Francia, Svizzera, Olanda e Belgio. Questo modello Opel, prodotto solamente negli Stati Uniti, non genera profitti: il suo compito non è quello di garantire margini, di profitto quanto piuttosto quello di porre le basi per la futura supremazia di Opel nel campo delle EREV. LA Opel aveva raccolto finora circa 7000 ordini, a fronte di una produzione prevista per il 2012 di 10.000 esemplari.

Amici di Automobili 10 restate con noi per ricevere gli ultimi aggiornamenti riguardanti il prossimo lancio della Opel Ampera nel Vecchio Continente e di tutte le altre novità della casa automobilistica tedesca.