Rally Legend 2011, chiusura con il Lancia Stratos Anniversary





Conclusa la nona edizione di Rally Legend, l’evento per eccellenza dedicato ai rally di un tempo e che anche quest’anno ha richiamato dalle parti di San Marino moltissimi appassionati. La vittoria nella classifica assoluta è andata a Juha Kankkunen. Il pilota finlandese si è imposto con la Celica con la quale vinse il mondiale nel 1993, seguito dalla BMW M3 del campione di Motocross Miele e dalla Ford Escort di Calzolari, che è sembrato completamente ripreso dall’infortunio dello scorso anno. Tra le WRC è stato invece Pedersoli ad avere la meglio, sfruttando anche i problemi alla turbina che sono stati riscontrati sull’altra 206 guidata da Gronholm.

Anche l’edizione di quest’anno è stata organizzata dal duo Piarulli-Valli ed è stata caratterizzata dalle grandi emozioni offerte da piloti e vetture leggendarie. Come quelle di Legend Stars, la competizione in cui a farla da padrone erano la Delta S4, Audi Quattro A2, 037, Peugeot 205 T16. Una gara in cui ha avuto la meglio la coppia composta da Biasion e Volta. Durante la 40° edizione del Lancia Stratos Anniversary, appuntamento nel corso del quale erano presenti circa 20 modelli della vettura che è stata la dominatrice incontrastata di tutti i rally disputati nel corso degli anni ’70.

Queste hanno sfilato in una specie di concorso di eleganza che prevedeva anche la partecipazione di molti dei campioni che su queste vetture hanno vinto molto in quegli anni. Il premio è stato consegnato alla fine alla Stratos in livrea Alitalia che dominò le gare della propria epoca e che era guidata da Sandro Munari.