Salone Detroit 2012, Mini Roadster pronta al debutto

MiniRoadster_01

La Mini Roadster, la prima due posti aperta che sarà presto inserita nella gamma dei modelli Mini, sarà presentata al prossimo NAIAS, acronimo che sta  per North American International Auto Show, evento in programma il prossimo gennaio 2012 nella città di Detroit.

Questa Mini Roadster è stata progettata per interpretare, in senso moderno, il concetto di automobile sportiva applicato alle dimensioni compatte. L’insolita e nuova proposta della Mini sarà infatti dotata di una sofisticata tecnica, di motorizzazioni e di assetti ma anche qui non mancherà la classica capote in tessuto dall’apertura manuale semplice e veloce.

Agile e innovativa nel design la Mini Roadster si annuncia fin da subito interessante visto che, stando alle premesse, sembra essere in grado di mantenere le qualità tipiche del marchio che ne hanno contraddistinto la storia.

L’equipaggiamento di sicurezza comprende  airbag frontali e laterali per la testa e il torace integrati negli schienali dei sedili, cinture automatiche a tre punti con limitatori di sforzo e un allarme per l’avaria pneumatici.

La Mini Roadster,  al momento del lancio nel mercato a stelle e strisce, è proposta con tre motorizzazioni di potenza variabile, dai 121 Cv della Cooper ai 181 Cv della Cooper S, fino ai 208 Cv della supersportiva Mini John Cooper Works Roadster.Comunque tutte le  sue varianti l’erogazione di potenza prevede dei valori contenuti di consumo di carburante.

Anche su questa Mini Roadster la potenza del motore viene trasmessa alle ruote anteriori tramite il  cambio manuale a sei rapporti. Per la Mini Cooper Roadster e la Mini Cooper S Roadster viene offerto come optional anche un cambio automatico.