Salone Francoforte 2011, Fiat Freemont 4×4: il modello a trazione integrale

Fiat Freemont trazione integrale

Già al Salone di Ginevra 2011 di marzo avevamo potuto apprezzare la Fiat Freemont, ma ora a Francoforte sarà presente con la novità della trazione integrale AWD. Come sappiamo la Freemont è il primo modello nato dall’accordo tra Fiat e Chrysler e quindi potrebbe essere una pietra miliare in quanto alla prosecuzione di questo legame. La versione che in questi giorni sarà presente al Salone di Francoforte la vedremo nelle concessionarie già a partire dal prossimo mese.

Nella versione 4×4 la Freemont sarà abbinata alle motorizzazioni diesel 2,0 litri Multijet 2 con potenza da 170 cavalli e con il benzina V6 da 280 cavalli. Ambedue avranno il cambio automatico a 6 marce.

Soffermandoci sulla trazione integrale AWD del Freemont possiamo dire che il tutto è gestito da una centralina elettronica, trattandosi di una tipologia di attivazione a richiesta. Le possibilità di intervento sono previste in caso di fondi a bassa aderenza, ad esempio il fango o la neve, per garantire maggiore trazione, oppure in caso di fondi asfaltati per garantire trazione aggiuntiva e maggiore sicurezza nella percorrenza di curva.

Come detto la trazione integrale non è sempre in funzione, infatti nella guida normale è una semplice trazione anteriore ed entra in funzione solo in caso di necessita e in caso sia necessaria molta potenza che viene automaticamente distribuita tra le ruote anteriori e posteriori.

Con questo però non vuol dire che alle velocità inferiori ai 100 km/h il sistema AWD non faccia nulla, infatti funziona comunque per ottimizzare la dinamica del veicolo. La Fiat Freemont 4×4, quindi, a queste velocità utilizza comunque il sistema per la coppia per le ruote posteriori soprattutto in curva e in accelerazione che quindi funziona insieme al sistema di controllo elettronico.