Showroom Lotus in Cina, ingresso importante delle luxury car

Lotus Exige S1

Ora anche la Lotus ha deciso di sbarcare nell’emergente e grandissimo Paese asiatico che sta facendo registrare ottimi risultati per quanto riguarda le auto di lusso. Basti pensare alla Ferrari, alla Porsche e a Lamborghini. La Casa di Maranello a dire il vero è entrata anche nel mercato indiano con l’apertura del suo showroom a Delhi che in questo modo è divenuto il 58esimo paese ad avere un’impronta Ferrari. In India sono stati messi in vendita modelli come: la Ferrari California, la 458 Italia, la 599 GTB Fiorano e l’ultimo modello della FF che qui costa 750’000 dollari.

La Lotus compie più o meno lo stesso passo con l’apertura del suo primo showroom in Cina e con il primo negozio che sarà inaugurato il primo di ottobre a Pechino. Questo non rimarrà isolato, infatti seguiranno quelli di Shanghai, Chongqing e Canton, tutti aperti entro il 2012.

Con l’arrivo anche della Lotus sul mercato cinese ci si rende facilmente conto che il mercato delle auto di lusso in Cina è in forte espansione, questo avviene perché i milionari sono in crescita in questo Paese. Proprio per questo motivo la Lotus ha addirittura, molto probabilmente indovinando, ben pensato di creare dei modelli su misura di supercar per i ricchi asiatici.

Il CEO di Lotus, Dany Bahar, ritiene che questo sia un passo fondamentale che possa portare la Lotus verso una strategia globale e del resto non ha tutti i torti se si pensa alla forza dell’economia cinese in questo momento.

L’obiettivo che si è prefissata la Lotus nel primo anno nel Paese asiatico è riuscire a vendere 200 vetture e se questo dovesse verificarsi vedremo altri showroom nel corso del 2012 per far impennare ulteriormente le vendite.