Sicurezza stradale: angeli, tette e rock’r’roll

angelo custode degli automobilisti

Purtroppo nelle strade italiane il week end appena trascorso è stato foriero di incidenti. L’Ansa ci riporta che sono 17 i morti sulle strade per questo week end e si torna dunque a parlare di sicurezza stradale, vero tema sensibile a cui si rivolgono le istituzioni.
In  questo post cerchiamo però di alleggerire il peso di queste continue notizie di certo sconvolgenti e vi parliamo di una notizia che arriva direttamente dalla Svizzera.

Il dipartimento di Polizia di Friburgo infatti, ha lanciato un’idea eccentrica quanto funzionale proprio in tema di sicurezza stradale e di velocità sulle strade. Gli agenti svizzeri infatti hanno ingaggiato un vero e proprio angelo custode (foto in basso) per la campagna “Slow Down, Take it Easy” promossa dalle associazioni per contrastare la velocità degli automobilisti svizzeri.
L’angelo custode degli automobilisti avrà il compito di disciplinare gli automobilisti più irruenti con un colpo di ali. L’esperimento di redenzione degli automobilisti durerà fino ad ottobre e si crede molto nel progetto a forte impatto scenico.

In Italia una figura simile può essere rappresentata dal famoso Moralizzatore delle Iene (avete presente?)… anche se qui l’attore barbuto che interpreterà l’angelo custode è contestualizzato appunto alla sicurezza sulle strade.
Non c’è che dire, un’idea davvero brillante.
Ce n’è un’altra però che arriva direttamente da Copenaghen e questa sicuramente renderà felici tanti maschietti. Nei Paesi nordici ci si è domandati in sostanza come far diminuire gli incidenti stradali  e come disciplinare gli automobilisti.

La risposta si è rintracciata in un paio di tette. Ebbene si, per costringere gli automobilisti a rispettare il codice della strada e a guardare i cartelli stradali che indicano i limiti di velocità, le istituzioni hanno lanciato un progretto davvero niente male: bellissime ragazze a seno nudo tengono in  mano cartelli stradali, nel mezzo del traffico proprio come vigili impalettati.

Secondo voi è un’idea valida? Cosa accadrebbe se in Italia venisse inserita una cosa di questo tipo? Certamente si risolverebbe il problema del limite di velocità ma probabilmente le nostre strade si riempirebbero di tamponamenti a catena non indifferenti e forse problematici da gestire. Non credete?
Sempre in tema di sicurezza stradale, torniamo in Italia per un flash al volo: il nuovo tour della band Zero Assoluto, sarà testimonial ufficiale delle iniziativa Ania per la Sicurezza Stradale. La partnership avrà uina validità di un anno.