Steve Jobs morto, l’omaggio dal mondo degli automobilisti



Steve Jobs, il papà di Apple, è morto nella notte, ucciso da un tumore al pancreas contro cui lottava da anni e che lo aveva costretto lo scorso agosto ad abbandonare ogni incarico operativo, lasciando il comando della sua azienda. Sin dalle prime ore di questa mattina si moltiplicano i messaggi di cordoglio provenienti da tutto il mondo. Su Youtube, Twitter e Facebook in tanti dedicano un messaggio o un click ad uno dei più grandi innovatori degli ultimi anni.  Molto commosso anche il ricordo del presidente Barack Obama che lo ha definito un simbolo della genialità americana: “”Viveva ogni suo giorno come se fosse l’ultimo. E c’è riuscito, trasformando le nostre vite, ridefinendo l’intera industria e raggiungendo una delle più rare imprese della storia umana: ha cambiato il modo in cui noi stessi vediamo il mondo”. E questo vale naturalmente anche per gli automobilisti. Basti pensare alle tante applicazioni iPhone  a loro deidcate, che hanno comunque ridefinito il modo di viaggiare e vivere l’auto. Si va da Kit automobilista, app che  contiene e permette di tenere sotto controllo tutte le informazioni relative a patente e bollo, con la possibilità di poter gestire più profili a Infoblu Traffic, che fornisce la situazione in tempo reale del traffico stradale, con segnalazione di rallentamenti dovuti a cantieri, condizioni meteo o incidenti, su tutte le autostrade e le principali strade italiane. O ancora Autovelox Italia per essere informati sui misuratori di velocità sia fissi che mobili e iPark e Augmented Car Finder che  permettono di tornare all’ auto parcheggiata con estrema facilità. Sono solo alcuni esempi che hanno portato a piccoli grandi cambiamenti nella vita quotidiana.