Alfa Romeo, Marchionne torna a parlare dei progetti futuri

Nel corso di una conferenza stampa, l’amministratore delegato Fiat, Sergio Marchionne è tornato a parlare del futuro di uno dei marchi maggiormente disastrati dell’azienda, Alfa Romeo che, allo stato attuale, si ritrova con una gamma formata da appena due vetture, MiTo e Giulietta, e deve fare i conti con un enorme calo nelle vendite in Europa che, rispetto al 2011, sono diminuite del 30%.

Come prima cosa, Marchionne ha ribadito che non ha alcuna intenzione di cedere il marchio Alfa Romeo a Volkswagen. Nonostante le indiscrezioni, si tratta di un discorso chiuso che non ha più ragione di essere portato avanti. L’Alfa Romeo è e resterà all’interno del gruppo Fiat.

Passando ai progetti futuri, Marchionne ha ufficializzato che la nuova coupé Alfa Romeo 4C non verrà presenta, come in un primo tempo si era immaginato, nel corso della prossima edizione del Salone dell’auto di Detroit. La nuova sportiva della casa è ancora in sviluppo e la produzione è limitata da alcuni vincoli del nuovo motore, totalmente in alluminio, da 1.750 cc. Il debutto della nuova 4C avverrà in ogni caso nel 2013.

Le novità in casa Alfa non si fermano qui. Marchionne ha confermato che l’azienda presenterà due nuove berline. Nel 2014 sarà il turno dell’Alfa Romeo Giulia, segmento D che andrà a sostituire la 159, che verrà realizzata anche in versione Sportwagon. In un secondo momento verrà realizzata anche una berlina più grande, di segmento E, che dovrebbe basarsi sulla stessa piattaforma della nuova Maserati Ghibli.

Le due berline verranno in ogni caso prodotte negli stabilimenti italiani del gruppo Fiat. Nel 2015 poi dovrebbe fare il suo debutto la spider che l’azienda sta sviluppando insieme a Mazda.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica