Arezzo ha scelto i veicoli elettrici Renault per la sua mobilità sostenibile

Con 30 veicoli elettrici Renault (24 Twizy e 6 Kangoo Z.E.), utilizzati per lo svolgimento di servizi pubblici e per il car sharing, il Comune di Arezzo dà il via ad un piano per lo sviluppo in città di una nuova mobilità innovativa ed ecologica.

Con una cerimonia alla presenza del Sindaco Giuseppe Fanfani e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Franco Dringoli, il Comune di Arezzo “accende” la mobilità elettrica, presentando la flotta di veicoli Renault acquistati dall’Amministrazione toscana, e inaugura il proprio programma per lo sviluppo di una mobilità sostenibile. Al cuore del programma l’adozione di 30 veicoli elettrici Renault (24 Twizy e 6 Kangoo Z.E.), che saranno utilizzati, in sostituzione dei veicoli comunali più anziani ad alimentazione tradizionale, per lo svolgimento di servizi pubblici nel pieno rispetto dell’ambiente e del sistema urbano: zero emissioni inquinanti, zero rumore. A tale iniziativa il Comune affiancherà nei prossimi mesi l’installazione di una rete di colonnine per la ricarica e l’introduzione di un servizio di car sharing e van sharing elettrici da operare con le Renault Twizy e i Renault Kangoo Z.E. “Stiamo attivando progetti concreti per una diversa mobilità in città – annuncia il Sindaco di Arezzo Giuseppe Fanfani. Stiamo ridefinendo la ZTL nella prospettiva di una mobilità sostenibile, capace di tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini. E una scelta che abbiamo fatto, grazie a finanziamenti europei e su bando della Regione Toscana, è quella dell’auto elettrica.”

“La prima utilizzazione – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Franco Dringoli – sarà per la sostituzione di nostre auto con alimentazione tradizionale che dobbiamo dismettere a causa della loro vetustà. Sono mezzi dei vari servizi comunali. Contiamo di attivarne 8 nel mese di giugno. Saranno a disposizione degli uffici che hanno maggiore necessità e che percorrono più chilometri. Il loro uso rappresenterà la tutela dell’ambiente, la diminuzione dei costi di gestione ed anche un’attività di promozione dei veicoli elettrici”.
58162_5_8

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica