Auto elettriche, come mantenere l’autonomia in inverno

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
25/11/2023

Le auto elettriche soffrono le temperature rigide e d’inverno tendono a scaricarsi più in fretta: ecco come fare per mantenere l’autonomia.

Auto elettriche, come mantenere l’autonomia in inverno
Photo by Stivabc – Pixabay

Le auto elettriche sono ormai entrate a far parte della vita degli automobilisti. Queste, infatti, stanno conquistando sempre più persone che le scelgono per le loro caratteristiche. Uno dei punti deboli di queste auto, però, è che i pacchi batteria sono molto sensibili alle variazioni di temperatura; è ormai cosa risaputa, infatti, che l’efficienza dei veicoli a zero emissioni tende a diminuire nei periodi più freddi dell’anno.

In particolare, la stagione invernale ha effetti negativi sulle prestazioni e sull’efficienza delle batterie, che si traducono in una riduzione dell’autonomia e della potenza di ricarica. Un inconveniente non di poco conto che però può essere contrastato adattando alcuni trucchi: ecco quali.

Auto elettriche, come combattere il freddo

Uno dei fattori principali per cui le auto elettriche tendono a durare di meno durante la stagione invernale è senza dubbio il freddo. Questo avviene perchè, a basse temperature, le reazioni chimiche avvengono più lentamente poiché inibite dal freddo, che rallenta i processi all’interno del pacco batteria e riduce, di conseguenza, la potenza disponibile per la marcia. A questo, poi, si deve anche aggiungere che la minore autonomia è dovuta anche al riscaldamento dell’auto; questo, in un’auto elettrica – a differenza di quanto succede sulle auto endotermiche -, sfrutta infatti l’energia prodotta dalla batteria “consumando” quindi di più.


Tesla Model 3
Tesla Model 3 – Foto credits Tesla press

Nei motori a combustione interna il calore generato dal motore viene inviato direttamente nell’auto per riscaldare le persone. I veicoli elettrici sono invece dotati di molto efficienti che non generano dispersione sotto forma di calore, motivo per cui i sistemi di riscaldamento dell’auto assorbono energia dalla batteria ad alta tensione, riducendo l’autonomia. Per questo uno dei consigli per aumentare la durata della batteria di un’auto elettrica in inverno è quello di utilizzare il precondizionamento dell’auto per mantenere la temperatura della batteria in un range ideale all’approssimarsi della ricarica. Ci vuole, infatti, meno energia per mantenere un’auto calda che per riscaldarla da zero.

Inoltre, quando l’auto è calda, per non consumare ulteriormente batteria, sarebbe meglio utilizzare sedili e volante riscaldati, riducendo di conseguenza il riscaldamento dell’abitacolo. In questo modo si consuma meno energia fornendo calore mirato e avendo allo stesso tempo “più batteria” per continuare a viaggiare senza correre il rischio di rimanere a piedi.

Il freddo, però, è sempre nemico delle auto elettriche. I risultati di alcune ricerche mostrano che le temperature gelide influenzano l’autonomia stimata in una misura variabile dal -15 al -45% in base alla marca e al modello. Per cercare di combattere questa situazione anche l’utilizzo della tecnologia può essere fondamentale. Se, ad esempio, si utilizza il sistema di navigazione per individuare un punto di ricarica, il sistema di bordo condizionerà la batteria ad una temperatura ottimale. Anche la frenata rigenerativa può essere limitata dal sistema di gestione se la batteria è fredda quindi per recuperare energia sarebbe bene azionare maggiormente i freni in condizioni di bassa temperatura frenando più spesso e producendo quindi maggiore energia.