Auto elettriche, Lotus lancia le sue colonnine di ricarica

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
30/11/2023

Lotus dà il via a una nuova era presentando le sue colonnine di ricarica capaci di passare dal 10 all’80% in soli 20 minuti.

Le colonnine di ricarica Lotus
Le colonnine di ricarica Lotus – Foto credits Lotus press

Il processo di elettrificazione, per molte case automobilistiche, è iniziato da tempo. Difficile, ormai, vedere un brand che non offra almeno un modello elettrico tanto che anche i più tradizionalisti hanno ormai capito che le auto elettriche rappresentano il futuro.

In questo scenario, però, c’è chi sta andando oltre sviluppando non solo auto a zero emissioni, ma anche soluzioni per la ricarica di questi veicoli.

Tra le case automobilistiche più attive, in questo senso, c’è Lotus che con Eletre, il primo SUV elettrico della casa, ha deciso di aprire una nuova frontiera.

Ma la trasformazione del marchio non si limita solo ai modelli di auto, ma va oltre tanto che Lotus ha presentato la sua personale colonnina di ricarica capace di fornire fino a 450 kW.

Una super colonnina per le auto elettriche

Seguendo un po’ l’esempio di Tesla, infatti, Lotus ha deciso di mettersi in proprio sviluppando le sue personalissime colonnine di ricarica. L’azienda inglese, quindi, ha sviluppato un caricatore a corrente continua raffreddato a liquido in grado di alimentare una batteria a 450 kW.

Nel caso della Eletre R, ad esempio, si ottengono 142 km di autonomia dopo soli cinque minuti di ricarica. Un dato significativo tanto che, prendendo il Supercharger V3 di Tesla per fare un paragone, questo offre nello stesso tempo un’autonomia di 120 km.

La nuova colonnina di ricarica Lotus
La nuova colonnina di ricarica Lotus – Foto credits Lotus press

Grazie alla tecnologia messa a punto da Lotus, il caricatore CC raffreddato a liquido consente a Eletre R di passare dal 10 all’80% in 20 minuti quando si ricarica a 450 kW. A 350 kW, invece, l’autonomia viene estesa di 120 chilometri in cinque minuti.

A completare questo potente caricatore, poi, c’è una componente di alimentazione, anch’essa raffreddata a liquido, ideale per le aree di sosta lungo le autostrade. Inoltre Lotus ha progettato anche un’unità di ricarica che permette non solo di ricarica un modello elettrico, ma di arrivare fino a 4 auto a zero emissioni in contemporanea.

Le nuove colonnine di ricarica ultraveloci firmate Lotus sono già attive in Cina – mercato nel quale le elettriche sono una percentuale altissima – mentre arriveranno sul mercato d’Europa e in Medio Oriente nel secondo trimestre del 2024.

Altri paesi, poi, si aggiungeranno anche in futuro per una strategia di sviluppo globale che porrà Lotus non solo come brand automobilistico, ma anche come soluzioni per la ricarica.

Una mossa, quella di Lotus, che punta ad incrementare l’offerta di ricarica anche in funzione della nuova strategia che vedrà sempre più modelli elettrici: l’obiettivo del brand, che fa parte del grande gruppo Geely, è infatti quello di diventare totalmente elettrico entro il 2028 completando la gamma con un crossover e un’auto sportiva a zero emissioni.