BMW e Mercedes si alleano per le ricariche veloci in Cina

Rivali da sempre, le tedesche BMW e Mercedes hanno dato vita ad una storica e decisamente strategica alleanza per creare una fitta rete di nuove postazioni di ricarica per le vetture elettriche in Cina, ecco cosa stanno realizzando e perché.

Bmw
Photo by Toby_Parsons – Pixabay

BMW e Mercedes si sono alleate con il preciso e condiviso obbiettivo di andare a creare una rete comune di ricarica sul cruciale e decisamente complesso, mercato cinese. Questa inedita e davvero stimolante joint venture vede protagonisti due dei brand più noti e apprezzati dell’automotive mondiale, da sempre rivali, ma che per affrontare e cercare di vincere questa complessa sfida hanno deciso di unire le forze.

La partnership che va oltre quanto già fatto vedere in Europa con la rete Ionity, stringe e intensifica i rapporti tra BMW e Mercedes, andando a coinvolgere in realtà anche altri marchi automobilistici. Questo dimostra come una rete più diffusa e potremmo dire capillare, è strategica per tutti i soggetti che operano nel settore e che potranno averne benefici diretti. La Cina è uno dei migliori mercati al mondo se si parla di mobilità elettrica e investire sul potenziamento e l’efficientamento della sua rete di colonnine di ricarica è fondamentale se si punta ad una presenza davvero efficace su questo strategico mercato.

Il network di colonnine di ricarica veloce di BMW e Mercedes

BMW e Mercedes si alleano per le ricariche veloci in Cina
Photo by Santi Rodriguez – Shutterstock

Il nuovo network di colonnine per la ricarica veloce delle auto elettriche che si sta realizzando in Cina è un progetto decisamente ambizioso. BMW e Mercedes desiderano, entro il 2026 che ci siano circa 1.000 colonnine in più, per un totale di almeno 7 mila postazioni di ricarica nel gigante asiatico.

Questo si traduce in una folta serie di postazioni che andranno a competere direttamente con quelle di Tesla, che attualmente conta oltre 1.600 punti di ricarica in Cina.

La rete dei due marchi tedeschi sarà inoltre aperta a tutti i modelli di auto elettriche presenti sulle stare cinesi, anche se saranno probabilmente previste delle agevolazioni per i possessori di BMW e Mercedes, come ad esempio delle funzionalità ad essi dedicate.

Ad esempio per chi guida una tedesca ci sarà il sistema plug and charge, che permette di ricaricare semplicemente collegando il cavo, senza quindi dover andare a utilizzare tessere o specifiche applicazioni.

Per i clienti BMW o Mercedes ci sarà poi una sorta di corsia preferenziale, visto che si potrà prenotare la ricarica direttamente online, così da avere la certezza di trovare la propria colonnina libera al momento della stessa.

Il settore si fa sempre più agguerrito e competitivo e anche piccole attenzioni riservate all’automobilista, come quelle appena citate, possono fare la differenza e pesare non poco sulla percezione del brand e di conseguenza sulla fidelizzazione della clientela e sull’acquisizione di nuova utenza.

Il settore dell’auto va spesso in direzioni davvero difficili da prevedere. Pensavamo a quelle volanti, abbiamo invece vetture elettriche e assistiamo a collaborazioni che qualche anno fa sarebbero parse davvero fantascientifiche, come quella tra BMW e Mercedes, chissà cos’altro ci riserverà il futuro.