Business globale, la Fiat approda in Cina

Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile
25/11/2010

La Fiat non si ferma più. Dopo aver colonizzato il territorio americano, il gruppo italiano è infatti pronto a conquistare anche la Cina.
Entro la metà del 2012 infatti, usciranno dalla Provincia dello Hunan i primi modelli Fiat cinesi.
A confermarlo è Claudio Barbero, Responsabile Ufficio Export Unione Industriale Torino.
La missione è quella di declinarsi in quanti più mercati possibili in un’ottica di mercato globale. Proprio per questo motivo attualmente i vertici Fiat si trovano a Shanghai, nel distretto industriale di Jiading, nato grazie alla sinergia tra Magneti e Shanghai Automobile Gear Works.
“Bisogna essere in Cina per produrre e vendere in Cina“, ha spiegato Barbero, parlando di vantaggi costo/competitività/logistica.
“Non sono esclusi investimenti cinesi nel nostro Paese”, ha continuato poi Barbero, sottolineando l’importanza del competere alleandosi. Importante in questo senso sarà anche il ponte garantito dall’istituzione universitaria.