Chrysler, utile record nel primo trimestre del 2012

Dopo un buona annata come quella appena trascorsa, cioè il pluri premiato  211, Sergio Marchionne sembra aver iniziato con il piede giusto anche questo 2012 visto che la Chrysler negli USA ha fatto registrare un profitto di 473 milioni solamente in questo  primo trimestre

In questa prima parte dell’anno il  popolare brand automobilistico americano, guidato ora da Sergio Marchionne, ha chiuso il suo bilancio con  un utile di ben 473 milioni di dollari, ricavati da vendite superiori alla media dell’industria. Se confrontiamo poi questi dati con la prima parte del 2011 vediamo che questi, ora, sono addirittura quadruplicati, passando da 116 a 473 milioni, con le vendite al dettaglio negli Stati Uniti che hanno trainato il gruppo, essendo salite del 40% contro il +25% dei ricavi che invece passano da 13,1 miliardi di dollari a 16,4 miliardi.

Ovviamente, e non poteva essere altrimenti,  Sergio Marchionne si è detto soddisfatto di questi brillanti risultati, ma non vuole dormire di certo sugli allori visto che è già   concentrato nel lancio commerciale della Dodge Dart, una vettura che egli stesso non esita a definire come “una vera miscela di ingegneria e forza stilistica di Fiat e Chrysler”. Infine c’è da aggiungere  una  proposta  declinata in un’altra versione, in esclusiva per l’emergente mercato asiatico, e che  è stata ribattezzata come Fiat Viaggio presentata peraltro nei giorni scorsi al Salone di Pechino in Cina.

Se volete essere sempre aggiornati per tempo su tutte le novità di un popolare marchio automobilistico americano, come Chrysler appunto, non dovete far altro che continuare a seguirci, sempre qui, sulle vostre affezionate pagine di Automobili10.

 

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica