Citroen C-Zero con motore elettrico: il futuro è nel 2010

Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile
14/12/2009

La Citroen si è data un obiettivo: vendere 500 mila auto elettriche, nel lasso di tempo che va dal 2010 al 2015.

Il futuro è quindi elettrico, soprattutto per Citroen, che ha scelto di presentare a Copenaghen la sua C-Zero, proprio dove in questi giorni si sta tenendo il vertice ONU sui cambiamenti climatici.

I cittadini di Copenaghen e della Danimarca in generale sono da sempre molto attenti al clima e all’inquinamento. Molta curiosità ha suscitato infatti in città lo stand sulla Tesla Roadster e della Th!nk.

Citroen sta portando avanti una politica vicina all’ambiente, che mira drasticamente la riduzione delle emissioni inquinanti. Due delle nuove versioni della C3 e della DS3 infatti hanno delle emissioni pari a 99g/km di CO2, a cui integrano il sistema Start&Stop (presente anche sui motori diesel).

Il 2010 vedrà anche la novità in casa Citroen del Berlingo First “powered by Venturi”, una macchina da 100 km di autonomia e 42 kW di potenza. Poi vi saranno anche la C-Zero nella versione Double Chevron della Mitsubishi i-MiEV, simbolo del concordato tra Psa Peugeot-Citroen e la Mitsubishi.

La C-Zero è un auto 100% elettrica, con un motore da 64 cavalli, omologata per 4 persone, che vedremo nel nostro mercato nella seconda parte del 2010. Dispone di ESP di serie e 6 airbag. Garantisce un’autonomia per 120-30 km e per la ricarica si impiegano circa 6 ore.

Insomma Citroen pensa con l’elettrico, anche se la casa francese non esclude altri varianti a quelle tradizionali, visto che per il 2010 è prevista la DS5 Hybrid4, una ibrida diesel, che sarà affiancata ad un’ibrida plug-in che consumerà meno di 50 g/km di anidride carbonica. E giù si parla di una vettura ad idrogeno.

 

citroen c zero