Come proteggere l’auto dai danni causati dai graffi delle chiavi

I danni causati dai graffi delle chiavi sono atti vandalici che vanno ad intaccare la carrozzeria. Coloro che si divertono a fare tale azione, potrebbero smetterla una volta e per tutte, grazie a questi consigli che vi andremo ad elencare. Ecco come proteggere la vostra auto da questo vandalismo.

Come proteggere l’auto dai danni causati dai graffi delle chiavi
Photo by kaboompics – Pixabay

La prima cosa da fare quando ci si ritrova con la carrozzeria danneggiata dai graffi delle chiavi, è quella di denunciare contro ignoti presso le forze dell’ordine. Un consiglio è quello di fare una polizza contro gli atti vandalici nel momento in cui si acquista un veicolo, poiché se l’auto non è coperta da quest’ultima la probabilità di ottenere un rimborso è bassa dato che è difficile risalire ad un colpevole reale.

Ecco come proteggere l’auto dai danni causati dai graffi delle chiavi

Come proteggere l’auto dai danni causati dai graffi delle chiavi
Photo by Anestiev – Pixabay
  • Installare le telecamere sull’auto: può risultare davvero utile al fine di proteggerla dagli atti vandalici in generale. La ripresa della strada, essendo pubblica, non è vietata dalla legge, a differenza delle riprese in proprietà private. Per esempio la dash cam protegge l’auto anche da ferma. È caratterizzata dal parcheggio intelligente, con cui rileva qualsiasi tipo di movimento fisico oppure urti accendendosi per circa 30 minuti.
  • Pellicola di protezione: deve essere applicata solo ed esclusivamente da un professionista. Può essere messa sia fuori che dentro l’auto e aiuta a proteggerla dai graffi oppure da altri agenti esterni.
  • Copertura per le auto: è come se fosse una “seconda pelle”. Per applicarla ci vuole tempo, potrebbe quindi essere anche un escamotage per arginare i ladri.
  • Cera: la cera per la vernice potrebbe essere una soluzione – non del tutto ottimale – fai da te, ma comunque protegge maggiormente la carrozzeria. La cosa fondamentale è che quando la si applica ha bisogno di un determinato lasso di tempo per asciugarsi, ecco perché è necessario tenere il veicolo (momentaneamente) in un posto sicuro e coperto.
  • Fare attenzione a dove si parcheggia: una strada ben illuminata e molto trafficata ridurrà il rischio di atti vandalici.

Come si fa la denuncia contro ignoti?

Come proteggere l’auto dai danni causati dai graffi delle chiavi
Photo by geralt – Pixabay

La denuncia deve essere fatta entro e non oltre i 90 giorni dall’atto compiuto, presso le forse dell’ordine ed essere caratterizzata dalle seguenti informazioni:

  • Fotografie del danno.
  • Testimoni presenti.
  • Indicazioni di eventuali telecamere.
  • Data e luogo dell’atto vandalico.
  • Descrizione minuziosa del danno sull’auto.

Se invece si è in possesso di un polizza sugli atti vandalici, la sola cosa da fare per ricevere il risarcimento è quella di allegare la denuncia fatta presso i carabinieri o la polizia.

Un’altra cosa da sapere è che se l’atto vandalico è stato compiuto in un parcheggio a pagamento (di proprietà del comune) dove non vi è una custodia, allora in questo caso la denuncia non può essere fatta al comune poiché non è responsabile della protezione dell’auto, a differenza dei parcheggi custoditi dove invece la responsabilità è delle associazioni che li possiede. Se però la società trasmette in modo chiaro una comunicazione in cui afferma che il parcheggio non è custodito, allora non sarà responsabile di atti vandalici.