Cruise control: cos’è, come funziona e come attivarlo

Il cruise control fa parte delle funzioni di assistenza alla guida, si tratta di un sistema elettronico che permette alla vettura di mantenere una velocità costante, predefinita dall’automobilista, ecco in sintesi come funziona.

Cruise control
Photo by Azami Adiputera – Shutterstock

Di recente si parla molto di sistemi e funzioni di assistenza alla guida, più o meno intelligenti, ma non tutti questi sistemi sono delle recenti novità tecnologiche.

Il cruise control, ad esempio, è stato inventato nel 1945 e circa un decennio dopo ha fatto il suo debutto su una comune auto, destinata all’utilizzo su strada. Il sistema ha parecchie frecce al suo arco e nel tempo si è evoluto, ma il suo scopo primario è rimasto sostanzialmente invariato, come sempre per le invenzioni che funzionano davvero e rappresentano un effettivo vantaggio per chi le utilizza.

Le auto che oggi montano questo sistema consentono di viaggiare in modo decisamente più comodo, specie se si percorrono molti km in autostrada. Il sistema aumenta la sicurezza e riduce i consumi, merita pertanto un approfondimento.

Le diverse tipologie di cruise control

Cruise control
Photo by Igor Corovic – Shutterstock

Prima di spiegare meglio cos’è e come funziona il cruise control è opportuno fare una precisazione, ne esistono infatti due diverse tipologie. Non è quindi corretto parlare genericamente di cruise control, ma per capire meglio sarà bene individuare di quale dispositivo effettivamente si sta discutendo.

Ci sono il cruise control che possiamo definire come tradizionale e poi c’è quello adattativo. Il primo permette di mantenere una velocità costante scelta dal guidatore per un tratto di strada e di modificarla tramite appositi dispositivi di input. Il cruise control adattativo è invece in grado di andare a impostare e regolare nel tempo la velocità, in modo automatico. Questo sistema è anche capace di mantenere la distanza di sicurezza da un altro veicolo, o da eventuali oggetti presenti in strada.

Come ovvio il sistema adattativo rappresenta una importante evoluzione del cruise control, fortemente orientata alla sicurezza e non solo al confort di guida.

Principali punti di forza del cruise control

Il cruise control è in grado di offrire diversi evidenti vantaggi agli automobilisti. Per prima cosa consente di andare sempre e con facilità a rispettare i limiti di velocità, evitando quindi di collezionare multe. Questo sistema inoltre permette al guidatore di rilassarsi e viaggiare in modo decisamente più confortevole, soprattutto come è facile intuire, quando si vanno ad affrontare dei lunghi viaggi in autostrada.

Mantenere a lungo un’andatura costante consente poi, è bene ricordarlo, anche di risparmiare parecchio carburante, un vantaggio certo non trascurabile, visti i costi alla pompa.

Molte auto di nuova concezione, assieme ad altri sistemi di assistenza alla guida, montano di serie il cruise control, spesso quello adattativo, quindi maggiormente evoluto e flessibile. Imparare ad usare questo sistema non è affatto complesso, anzi tutto avviene in modo molto rapido e naturale e come detto il suo impiego può portare rilevanti vantaggi, si tratta quindi di una tecnologia che vale senza dubbio la pena di conoscere e iniziare a sfruttare, se se ne ha la possibilità e già non lo si è fatto.