Dodge Charger e Challenger, il futuro è 100% elettrico?

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
16/01/2024

I due modelli, capaci di scrivere la storia, sono usciti fuori produzione. Ma in futuro potrebbero tornare in chiave elettrica.

dodge-charger
Dodge Charger

Tra le auto americane presenti sul mercato Dodge Charger e Challenger hanno scritto la storia. Adesso, però, entrambe sono state pensionate dall’azienda che appartiene al gruppo Stellantis. Lo scorso 22 dicembre, infatti, la fabbrica di Brampton – che verrà chiusa due anni per essere riconvertita e passare alla produzione della nuova Jeep Compass e degli altri modelli del gruppo Stellantis su piattaforma Stla medium, sia con motori a combustione interna sia elettrici – ha salutato le ultime vetture segnando, con le due sportive al passo d’addio, la fine di un capitolo molto importante nella storia delle muscle car.

Un genere che ha fatto innamorare migliaia di appassionati e che coincide con il debutto della Ford Mustang del 1964. Anche in Italia, infatti, le grandi coupé americane, sebbene rimaste sempre una nicchia di mercato, hanno raccolto i loro consensi. Tanto che, Dodge Charger e Challenger potrebbero tornare in un unico modello capace di raccogliere le migliori caratteristiche di entrambe a partire dal 2025.

Dodge Charger e Challenger, è solo un arrivederci?

Il domani delle Dodge Charger e Challenger, infatti, sembra già essere stato scritto. O quanto meno abbozzato visto che ancora nulla di ufficiale è stato rilasciato dalla casa americana. Una delle possibilità sul tavolo è che entrambe nel 2025 potrebbero essere rimpiazzate da un unico modello, offerto – almeno all’inizio – in un paio di versioni elettriche con potenze fino a 800 CV.

Dodge Charger e Challenger, il futuro è 100% elettrico?
Concept Dodge Charger Daytona SRT Photo by Dodge Charger DayTona Concept

Dodge Charger di nuova generazione, che con molta probabilità sarà in vendita con l’inizio del 2025 potrebbe avere quindi, tra le varie opzioni proposte, un motore da 885 CV. Un dato decisamente interessante che sarà appannaggio del modello 100% elettrico del costruttore americano della galassia Stellantis. Facendone una vettura elettrica anche più potente della Dodge Charger Srt Hellcat Redeye che di cavalli ne ha “appena” 808.

Per la versione elettrica, poi, dovrebbero esserci tre diversi livelli di potenza. Il primo, che rappresenta quindi la versione base, dovrebbe sfruttare l’architettura a 400 volt, che saliranno a 800 volt sulla terza interpretazione più potente. Il modello d’attacco conterà quindi su un motore da 402 Cv posizionato sull’asse posteriore. Mentre la seconda versione potrà contare molto probabilmente su una quota di potenza pari a 670 CV grazie alla combinazione di due motori posizionati sui rispettivi assi così da garantire anche la trazione integrale. Infine, la terza variante, quella da 800 volt, potrà contare su una potenza di 885 Cv, sempre con trazione integrale.

Inoltre, senza l’imposizione dei limiti europei che scatteranno nel 2035, potrebbe esserci ancora vita per i motori benzina, seppur solo Oltreoceano. Per questo potrebbe esserci anche una versione del 6 cilindri in linea della Dodge Challenger 2025 su due diversi livelli di potenza, compresi tra 420 e 510 CV, anche se le motorizzazioni più potenti dovrebbero spettare alle varianti elettriche. Quello di Dodge Charger e Challenger, quindi, potrebbe non essere un addio. Ma solo un arrivederci per tornare poi in veste rinnovata, pronte a scrivere altre pagine di una storia che potrebbe essere ancora lontana dalla conclusione definitiva.