Etichettatura pneumatici: Dal 1 novembre 2012 in vigore il regolamento

Con l’inizio del mese di novembre il mondo dei motori deve fare i conti con un nuovo aspetto molto interessante. A partire dal 1 novembre 2012, infatti, è entrato in vigore il nuovo Regolamento Europeo sull’Etichettatura degli Pneumatici. Si tratta di un evento molto importante visto e considerato il ruolo fondamentale che i pneumatici hanno nell’utilizzo di un’automobile, basti pensare a quanto un  pneumatico possa influenzare le prestazioni, la sicurezza e i consumi di una vettura.

Per presentare al meglio l’introduzione di questo nuovo regolamento sull’etichettatura dei pneumatici, Michelin, uno dei leader mondiale del settore, ha diffuso un depliant riassuntivo in merito alla questione volto a spiegare nei dettagli queste novità. Michelin offre una vasta gamma di prodotti, tutti realizzati con lo scopo di raggiungere prestazioni di altissimo livello.

L’etichettatura degli pneumatici è uno strumento realizzato con lo scopo di informare i consumatori in merito a tre aspetti principali legati al pneumatico: il consumo del carburante, la distanza di frenata su asfalto bagnato e il rumore di rotolamento esterno degli pneumatici.

Per quanto riguarda il primo punto, si nota come un pneumatico classificato A permetta di risparmiare circa 300 euro, ogni 40.000 chilometri, rispetto ad un secondo pneumatico classificato G, che corrisponde alla classe più bassa.

Discorso analogo per la distanza in frenata sul bagnato dove, per esempio, procedendo ad 80 km/h, la differenza tra un pneumatico A ed uno F in frenata sarà di circa 16 metri. L’etichettatura, infine, permetterà di caratterizzare anche la rumorosità degli pneumatici che rappresenta uno dei fattori principali dei rumori stradali.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica