Euro NCAP, ecco le auto più sicure del 2023

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
08/02/2024

L’ente ha stabilito quali sono le auto più sicure in Europa: ecco tutti i modelli premiati con le 5 stelle.

Volkswagen ID.7
Volkswagen ID.7 – Foto credits Volkswagen press

L’anno appena concluso, il 2023, è stato quello della auto elettriche. Queste, pur non raggiungendo ancora i volumi delle sorelle endotermiche sul mercato, hanno infatti iniziato a conquistare gli automobilisti europei non solo sul fronte prestazionale. Ad evidenziare i passi avanti di queste auto, infatti, è anche il report finale del 2023 stilato da Euro NCAP, l’ente indipendente che valuta la sicurezza dei nuovi modelli – e non solo – sul mercato.

Per il 2023 sono state ben 18 le valutazioni di sicurezza, di cui 17 per nuovi modelli di auto. Le 17 vetture sono state testate con le recenti revisioni dei protocolli, che contengono numerosi nuovi requisiti relativi alla prevenzione delle collisioni, la protezione dagli urti e la sicurezza post-crash definendo, così, quali sono le auto più sicure dell’ultimo anno.

Le auto più sicure del 2023

Nel complesso i risultati sono stati più che positivi sul fronte sicurezza. Tanto che dei 18 veicoli testati, ben 14 hanno ottenuto le 5 stelle, ossia il massimo del punteggio previsto dall’ente. Mentre nessuna delle vetture è scesa sotto le 4 stelle, che rappresentano comunque un ottimo standard di sicurezza. Ad ottenere la migliore prestazione complessiva è stata Volkswagen ID.7, che si è aggiudicata il primo posto, grazie a risultati brillanti nella protezione degli occupanti adulti del mezzo (95%) e dei bambini (88%), seguita a pochissima distanza da Nio ET5 e Smart #3. A prendere le 5 stelle, poi, ci sono anche Mercedes EQ, Byd Dolphin, Nio EL7, Bmw Serie 5, Byd Seal U, Byd Seal, Lexus RZ, Byd Tang, Kia EV9, Xpeng P7 e Xpeng G9.

Smart#3
Smart#3 – Foto credits Smart press

Dalle valutazioni, poi, si può trarre anche un quadro generale sul livello di sicurezza dai veicoli attuali. Quasi tutte le auto valutate nel 2023, ad esempio, sono state premiate per la presenza di un sistema di monitoraggio del conducente. Questo rappresenta un passo importante nel processo verso la guida assistita, poiché le condizioni del conducente devono essere note prima che l’auto possa restituire il controllo.

La maggior parte delle auto testate da Euro Ncap disponeva infatti di sistemi di monitoraggio diretto, in grado di rilevare la distrazione del guidatore, mentre quelle con sistemi indiretti – che si basano principalmente sulle inferenze tratte dalla posizione della corsia e dagli input dello sterzo – possono essere utili, ma solo per monitorare la stanchezza del conducente senza prevenire realmente gli incidenti.

Purtroppo, però, finora nessuna auto è stata in grado di rilevare l’improvvisa incapacità del conducente. Passi in avanti, poi, sono stati fatti anche per quanto riguarda la capacità delle auto moderne di evitare, per quanto possibile, le collisioni. Ad esempio includendo le motociclette e uno scenario che contempla il “dooring”, entrambi di importanza critica per gli utenti della strada più vulnerabili. Euro Ncap, inoltre, nell’aggiornamento del rating 2023 ha incluso anche la valutazione delle misure di contrasto alla sommersione dei veicoli.

Che con l’aumento delle inondazioni dovute al cambiamento climatico globale è ormai diventata essenziale. Infine sono state aggiornate anche le valutazioni Adas per i furgoni commerciali, rilasciando sei nuove classificazioni per la guida assistita. Oltre a ridisegnare e migliorare l’applicazione Euro Rescue per i primi soccorritori.