Ferrari inventa un motore nuovo e lo fa elettrico!

Ferrari ha richiesto un brevetto che consentirebbe loro di utilizzare motori elettrici nelle ruote. In realtà non è una nuova tecnologia ma si tratterebbe di una innovativa implementazione caratterizzata da un design semplice.

Un innovativo motore elettrico ideato da Ferrari
Photo by Toby_Parsons – Pixabay

Ferrari realizza un innovativo motore elettrico che verrà montato direttamente all’interno della ruota. Nel sistema verrà utilizzato un motore sincrono a magnete permanente privo di spazzole. Il suo design sarà molto più semplice rispetto a quello già esistente.

L’innovativo motore elettrico di Ferrari

Un innovativo motore elettrico ideato da Ferrari
Photo by Toby_Parsons – Pixabay

Il 21 aprile l’USPTO (United States Patent and Trademark Office) ha ricevuto una domanda di brevetto che è stata inizialmente segnalata da CarBuzz e successivamente pubblicata il 2 novembre. All’interno di questo brevetto Ferrari descrive che questa innovativa tecnologia permette di liberare lo spazio interno del veicolo.

D’altra parte Ferrari specifica che l’uso di motori elettrici nelle ruote può comportare in modo significativo un aumento del numero dei componenti all’interno delle ruote, il che ne incrementerà i costi e la complessità. Una risoluzione che ha dato il produttore in merito a tale problematica è quella di includere nel maggior numero possibile le parti del motore e delle ruote.

La disposizione suggerita si basa su un motore a magnete permanente. Nello specifico si tratterebbe di un propulsore al cui centro vi è uno statore, attorno a quest’ultimo è racchiuso un rotore azionato dalla forza magnetica. Lo statore, come suggerito da Ferrari, dovrebbe essere un componente del mozzo della ruota e collegato al cerchio e che automaticamente ruoterebbe in tandem con il rotore stesso.

Ma il collegamento di un motore elettrico a una ruota può comportare un aumento del peso, e questo può avere un impatto negativo sulla guida e sulla manovrabilità. In merito a tale problematica ci ha pensato Ferrari a dare la sua soluzione, infatti la casa automobilistica ha affermato all’interno della sua domanda di brevetto che:

un appropriato schema di sospensione potrebbe ridurre questi rischi.

In sintesi, i benefici di questa innovativa tecnologia sono:

  • Prestazioni efficienti
  • Efficienza energica più vantaggiosa
  • Design semplificato
  • Diminuzione dello spazio interno
  • Verifica autonoma delle ruote.

Gli svantaggi invece potrebbero essere:

  • Prezzi elevati
  • Maggior peso
  • Le configurazioni a trazione integrale hanno bisogno di sofisticati sistemi elettrici così da poter controllare ciascun motore. Questo incrementerà la complicazione dell’auto
  • Con quattro motori il rischio di guasti aumenta e automaticamente si necessita di componenti più robusti.

Anche altre case automobilistiche hanno sperimentato tale tecnologia

Un innovativo motore elettrico ideato da Ferrari
Photo by NateShot – Pixabay

In realtà esisto altre case autonomistiche, tra cui Lordstown Motors, che hanno sperimentato motori elettrici su ruote. Al Consumer Electronics Show del 2023 a Las Vegas, Elaphe e McLaren hanno annunciato l’intenzione di combinare la tecnologia della trazione anteriore con i motori elettrici a trazione posteriore.

Le indiscrezioni in merito ad un’auto elettrica della McLaren circolano da anni, ma Michael Leiters, CEO della McLaren ed – anche ex capo della Ferrari -, ha affermato che la tecnologia per un’auto del genere non sarà pronta prima del 2030.

Anche se le tempistiche sono lontane, questa potrebbe essere una vera e propria innovazione nel mondo dell’automobile. Le tecnologie avanzano e Ferrari, come dimostrato, è al passo con esse.