Fiat, quali progetti per il futuro?

Il futuro del marchio Fiat è ancora avvolto da mistero. Attualmente, in Europa almeno, Fiat può contare su una solida offerta nel segmento A che, grazie ai successi della Fiat Panda e della Fiat 500, sta diventando terra di conquista per la casa italiana. I problemi iniziano a nascere quando iniziano ad aumentare le dimensioni delle auto e si entra nei segmenti B e C dove, al momento, Fiat sta studiando le strategie future da mettere in pratica.

In un’intervista al quotidiano La Repubblica, Olivier Francois, ad del marchio Fiat e responsabile del marketing Fiat Chrysler, ha dichiarato l’intenzione dell’azienda di rinnovare l’offerta del marchio nel corso dei prossimi anni.

Al momento, 500L a parte, il segmento B e il segmento C necessitano, infatti, di nuovi progetti in grado di sostituire la Fiat Punto, che rispetto agli anni scorsi, dove pure non brillava fuori dall’Italia, sta perdendo molto terreno, e la Fiat Bravo, un progetto sempre al di sotto delle attese.

I nuovi modelli dei segmenti compatti saranno ispirati alle linee e al carattere della Panda e della 500. Possibile, inoltre, che Fiat decida, di portare avanti due linee di sviluppo differenti una che punta alla praticità ed alla comodità quotidiana, approfondendo, quindi, il discorso portato avanti dalla Panda, ed un’altra che segue lo stile ed il design, sull’impronta lanciata dal sub brand 500.

I nuovi progetti della casa italiana, in ogni caso, non dovrebbero essere svelati al pubblico prima del 2014. Dovremo pazientare ancora un po’, dunque, per poter iniziare a giudicare i primi frutti dei lavori di sviluppo della futura gamma del marchio italiano.

Fiat_Panda_01

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica