Fisker Alaska, il pick-up elettrico americano arriverà anche in Europa

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
07/02/2024

Il nuovo pick-up dell’azienda americana, già annunciato come un mezzo rivoluzionario, sbarcherà anche nel Vecchio Continente.

Fisker Alaska
Fisker Alaska – Foto credits Fisker media

Il mondo delle automobili è sempre più globalizzato. Sono tantissime le case automobilistiche che, specialmente negli ultimi anni, stanno espandendo i propri confini. Andando a sondare mercati fino a quel momento sconosciuti o battuti solo in parte. Una strategia che spesso dà i propri frutti e che adesso anche Fisker, brand americano, vuole percorrere annunciando che il nuovo pick-up Alaska sarà disponibile anche in Europa, seppur con volumi limitati.

Si tratta del secondo modello che il brand statunitense esporterà nel Vecchio continente dopo il SUV Ocean. Alaska, quindi, dovrebbe fare il suo debutto europeo nel 2025, Ma non sarà disponibile ai clienti in grandi volumi, come ammesso da Henrik Fisker, numero uno dell’omonimo marchio, che ha parlato della strategia dell’azienda in occasione dell’ultimo CES di Las Vegas.

Il pick-up americano pronto a sbarcare in Europa

Un pick-up elettrico, Fisker Alaska, che si annuncia come super esclusivo. Per il momento nessuna informazione è stata rivelata sui prezzi europei – che devono ancora essere confermati – ma sul mercato americano Alaska prevede un listino che parte da 45.400 dollari, poco più di 41.000 euro al cambio. Logico, quindi, aspettarsi una cifra simile se non di poco superiore posizionando così il mezzo su una fascia di prezzo medio-alta.

Dal punto di vista estetico, poi, Fisker Alaska poggerà su di una versione modificata della piattaforma del SUV elettrico Fisker Ocean. Le sue misure saranno generose, come ogni pick-up americano che si rispetti, attestandosi su una lunghezza di 5.304 mm di lunghezza. Ma comunque più corto rispetto a diversi altri pickup sul mercato come il Ford Ranger, tanto per citare uno dei più famosi. Inoltre, potrà contare su cerchi da 20 e 22”.

Il pianale di carico misurerà circa 1,37 metri. Ma potrà arrivare a circa 2,8 metri abbassando il portellone posteriore e la paratia che divide la cabina dal pianale di carico facilitando così le operazioni e ampliando la capacità.

Gli interni Fisker
Gli interni Fisker – Foto credits Fisker media

All’anteriore, poi, sarà presente un ulteriore vano di carico di cui Fisker non ha ancora rivelato la precisa capacità. L’abitacolo, invece, avrà un’impostazione molto simile a quella della Ocean, con un pannello per la strumentazione digitale dietro al volante e un display verticale centrale per il sistema infotainment, proprio come avviene per l’altro modello dell’azienda americana. Sempre per gli interni, poi, è previsto un largo uso di materiali sostenibili aiutando così l’ambiente. Sposando la teoria del riciclo, tema sempre caro al brand americano e sempre più presente nella costruzione della stragrande maggioranza delle vetture mondiali.