Formula 1: aneddoti e curiosità della premiazione 2012

A motori spenti, con il campionato di Formula 1 appena terminato, abbiamo tutto il tempo di gustarci alcuni aneddoti provenienti dal grande circus dei motori, in grado di avvicinare i suoi protagonisti, rendendoli più umani.

Curiosità varie, più o meno simpatiche sono emerse nei giorni seguenti alla premiazione della FIA dei campioni del mondo, cerimonia che è stata ospitata a Istanbul lo scorso venerdì 7 dicembre.

In Turchia, il campione tedesco Sebastian Vettel, è andato molto vicino al rischio di non ricevere il trofeo per il titolo conquistato nel rush finale del Gran Premio del Brasile  volata. L’iridato tedesco è arrivato a Istanbul con un volo privato e si era  dimenticato il passaporto. Dopo un’ora di attesa di fronte alle rigide autorità doganali è riuscito comunque a raggiungere il luogo della cerimonia grazie al pronto e decisivo intervento dei vertici dell’Automobil Club locale, organizzatore dell’evento.

Anche Kimi Raikkonen ha voluto essere protagonista, trovandosi al centro di un incidente diplomatico. Il codice d’abbigliamento di queste premiazioni ufficiali prevede infatti che gli uomini indossino obbligatoriamente lo smoking mentre l’eccentrico pilota finnico si è presentato  con un vestito e una camicia nera per un look total black che non prevedeva nemmeno la cravatta d’ordinanza per l’occasione e quando  gli hanno fatto notare che il suo look andava contro le regole del caso, il sagace Raikkonen ha prontamente risposto che lui non segue le regole, lui le fa.

Se volete essere aggiornati su tutte le news e le curiosità, come in questo caso, della Formula 1, non dovete far altro che continuare a seguire quotidianamente le pagine on line del vostro affezionato Automobili 10.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica