Formula 1 Gp Malesia 2013: il commento di Alonso e di Hamilton

Massimiliano Grimaldi
  • Direttore responsabile
25/03/2013

Il post gara malesiano in casa Ferrari non è una tragedia, anche perchè la scuderia del Cavallino Rampante sa benissimo che c’è tutta una stagione di Formula 1 davanti per recuperare e così lo stesso Fernando Alonso, uscito subito dai giochi a Sepang, dal suo profilo twitter si dimostra positivo: “Oggi che non sono sul podio mi manca quel bel momento. Cercherò di non lasciarli mai più soli ” con tanto di faccina sorridente.

Nell’ufficialità della conferenza stanza il pilota asturiano della Rossa più amata d’Italia è stato più loquace e formale affermando che: “Durante il primo giro non sentivo la macchina molto male. Sapevamo che al giro 3 o 4 dovevamo fermarci per mettere le gomme d’asciutto: se ci fossimo fermati per cambiare l’ala saremmo andati in ultima posizione. E’ stato un rischio che si è preso per non perdere troppo tempo: è andata male. Che sfortuna terribile. Abbiamo sfiorato una macchina e l’ala è rimasta lì in bilico, se si fosse staccata…” per poi lanciare una frecciatina ai rivali della Red Bull che a suo dire: “In questo weekend non hanno impressionato come in Australia. Hanno sofferto, potevamo lottare con loro per la vittoria. Lite Webber-Vettel? Dicono di essere molto legali e corretti, poi succedono queste cose all’interno della squadra. Non c’è team più unito della Ferrar.Abbiamo fatto una bella partenza, non volevo prendere rischi per sorpassare Vettel subito alla prima curva. Poi alla seconda si è piantato e io gli sono finito addosso… Non capisco il perché”.

Davanti ai microfoni è apparso molto soddisfatto del risultato ottenuto Lewis Hamilton che, a proposito del suo podio ha così commentato: “Abbiamo fatto un lavoro fantastico, ma anche Nico (Rosberg ndr) dovrebbe essere qui sul podio perchè ha avuto un passo eccezionale, sul finale di gara più veloce del mio. Io stavo risparmiando carburante. Nico ha chiesto più volte di superarmi… ma le corse sono così, bisogna guardare avanti”, ha detto il pilota inglese.

 

formula-11