Gp Canada 2012: Pirelli sceglie soft e supersoft

Per il Gp del Canada, in programma questo week-end in quel di Montreal, Pirelli conferma le stesse mescole portate a Montecarlo, ossia il P Zero Red Supersoft e il P Zero Yellow soft.

Ci si aspetta però una situazione differente rispetto a quella di due settimane fa perché, pur essendo il Gilles Villeneuve un tracciato cittadino, è molto più veloce e comporta un maggior degrado degli pneumatici. Vi sono aree che mettono a dura prova i freni e alcune curve che impegnano notevolmente le gomme, in particolare quelle posteriori, senza dimenticare il grip di alcuni settori che è abbastanza basso e che tende quindi ad aumentare l’usura delle coperture.

Last but not least, la pista offre diverse opportunità di tentare il sorpasso, ma al di fuori della traiettoria ideale, è molto sporca. Insomma, la strategia pneumatici ricoprirà ancora un ruolo importante per l’esito finale della gara.

Secondo Paul Hembery,  le gomme soft e supersoft potranno mettere molto più in mostra le proprie potenzialità rispetto a quanto fatto a Monaco, “dove i piloti erano comunque limitati da velocità medie molto basse che non consentivano di scaricare tutta l’energia necessaria sugli pneumatici. Ciò gli ha consentito di completare run molto lunghi anche con le supersoft, cosa che non accadrà a Montreal”.

Il collaudatore Pirelli Jaime Alguersuari ha dichiarato: “Gli pneumatici sono cruciali: si corre con un carico aerodinamico molto basso per ottenere una buona velocità massima nei rettilinei, e di conseguenza è tutto demandato al grip meccanico piuttosto che all’aerodinamica. Guidando nel giusto modo si possono ottenere dei vantaggi: ci sono sicuramente delle buone opportunità di sorpasso a Montreal e sono sicuro che vedremo una gara emozionante”.

 

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica