Indianapolis 2011: i protagonisti di questa edizione

Dan Wheldon ha vinto la sua seconda 500 Miglia di Indianapolis in un finale di gara assolutamente incredibile. JR Hildebrand era in testa da tre giri, ma è finito al muro all’ultima curva. Il pilota americano è arrivato comunque al traguardo alle spalle del vincitore. Per il Bryan Herta Autosport si tratta della prima vittoria alla seconda partecipazione alla 500 Miglia di Indianapolis, mentre per il Panther Racing è il quarto secondo posto consecutivo.

Alex Tagliani era partito male, scivolando dalla prima alla terza posizione e facendosi superare da Scott Dixon e Oriol Servia. Il pilota canadese è riuscito poi a tornare in testa nel corso dell’ottavo giro. Takuma Sato è stato il primo a ritirarsi dopo essersi schiantato contro un muro al giro 21. Il primo pit stop è stato disastroso per Will Power che ha perso uno pneumatico e ha fatto il giro con sole tre ruote.

Nella fase finale della gara si è portata in testa la Patrick, che ha poi dovuto rallentare fino a lasciare la prima posizione a Baguette e fermarsi ai box. Anche questa però è durata pochi giri, prima di doversi fermare per un rabbocco a tre giri dalla fine lasciando la testa ad Hildebrand, che ha iniziato davanti a tutti  l’ultimo giro. All’ultima curva però il pilota del Panther Racing era arrivato su Kimball e nel tentativo di doppiarlo si era spostato verso l’esterno, andando sullo sporco e finendo al muro.

La vettura dell’americano strisciando contro il muro verso il traguardo è stata superata a pochi metri dall’arrivo da quella di Wheldon, che all’ultimo giro aveva superato Dixon, che alla fine si è piazzato sesto.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica