La Crisi nel 2012 ha avvicinato gli Italiani alla loro automobile

L’automobile e l’italiano, un rapporto complicatosi nel tempo…Il 2012 passerà alla storia come l’anno della crisi ed è innegabile dire che questa recessione economica ha modificato anche il rapporto degli italiani con la propria auto, ma andiamo subito a scoprire come…

Senza soldi, lavoro e ottimismo gli automobilisti italiani, impossibilitati per forza di cose a cambiare l’auto, da qui, il calo delle vendite nel settore, hanno invece imparato a prendersi una maggior cura della propria auto, come evidenziato recentemente dalla ricerca effettuata dall’Osservatorio Linear, commissionata a Nextplora, secondo cui il proprietario di un veicolo cura sempre di più in prima persona il mezzo, partendo dai piccoli lavori interni (63%), passando per il rifornimento al self service (67%) per arrivare alla pulizia (57%). Rimanendo sempre su questi dati possiamo scoprire come il 63% del campione intervistato si dimostri preoccupato di sporcarsi le mani effettuando tutti quei piccoli interventi di manutenzione come il controllo dei livelli dei liquidi o della sostituzione dei filtri.

Anche i dati Istat, facenti riferimento al rapporto annuale 2012, si dimostrano emblematici, evidenziando come la spesa per consumi finali sia cresciuta del 2,9%, e a seguito del contemporaneo aumento dei prezzi si è determinata  anche una contrazione del potere d’acquisto delle famiglie pari allo 0,6%.

In pratica possiamo dire che la crisi ha avvicinato gli automobilisti italiani alla propria auto che, per diversi motivi, hanno dovuto imparare a prendersi cura del loro mezzo di trasporto preferito.

Se volete essere sempre aggiornati per tempo su tutte le principali novità provenienti dal mondo dell’auto motive, non dovete far altro che continuare a seguirci, sempre qui, sulle vostre affezionate pagine on line di Automobili 10.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica