Lamborghini, la storia della casa in mostra all’aeroporto Marconi di Bologna

L’aeroporto Marconi di Bologna diventerà, sino al prossimo mese di maggio, il teatro privilegiato dove andrà in scena la storia di una delle case costruttrici di automobili più famose e apprezzate al mondo, la Lamborghini.

Partendo da questo mese, con l’esposizione di una rossa fiammante 350 Gt, primo modello di serie dell’azienda capace di scaricare in strada sino a 280 CV con una velocità massima di 250 km/h.

Sino al prossimo mese di maggio, sulla stessa pedana dell’aeroporto Marconi di Bologna posta al primo piano, faranno bella mostra tanti altri modelli realizzato nel passato, più o meno recente, dalla casa italiana. Vetture come la Miura, la Murcielago e la Diablo saranno, quindi, tra le cose più osservate ed ammirate di tutto l’aeroporto.

Quello intrapreso da Laborghini rappresenta un evento unico, davvero eccezionale. Un omaggio, difficilmente ripetibile, ad un marchio che rappresenta la storia del mercato dei motori in Italia, in Europa e nel mondo. L’importanza del valore di Lamborghini è enorme e questa mostra permetterà a moltissimi appassionati di guardare da vicino alcune tra le più belle vetture mai realizzate.

Ecco un breve estratto di quanto dichiarato da Stephan Winkelmann, presidente ed amministratore delegato di Lamborghini, all’Ansa “Il motto di questo cinquantenario e’ 100 anni di innovazione in soli 50 anni di storia. Le auto che abbiamo scelto di esporre al Marconi, ripercorrono questa storia’. Stiamo lavorando a un fuoristrada, Urus, che abbiamo presentato a Pechino: nei prossimi 6, 7 mesi decideremo se aprire una nuova linea di produzione. Un modello speciale per il 50/o? Se guardate al passato… ecco, non e’ che non ci abbiamo pensato”

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica