Le auto più attese del 2024, ecco i migliori modelli in arrivo nel nuovo anno

Matteo Vana
  • Giornalista Professionista
28/12/2023

Il nuovo anno porterà novità importanti nel mondo automobilistico: ecco alcuni dei nuovi modelli più attesi nel 2024.

Auto più attese del 2024
Auto più attese del 2024 – Foto Shutterstock di MIRROR IMAGE STUDIO

L’arrivo del nuovo anno rappresenta sempre un nuovo inizio. E’ così anche per le case automobilistiche che, per il 2024, hanno già programmato i modelli da lanciare ufficialmente sul mercato così come i restyling delle vetture già presenti nei propri listini. Novità che accendono la fantasia degli automobilisti e degli appassionati.

Il 2024, infatti, sarà un anno ricco di novità anche per via delle nuove normative europee in materia di sicurezza che entreranno in vigore il prossimo luglio. In rampa di lancio, quindi, ci sono modelli aggiornati, di nuova generazione e completamente inediti, con importanti novità sia dal punto di vista della tecnologica che delle alimentazioni. Ecco, quindi, quali sono le auto più attese del 2024 e quali sono le loro caratteristiche.

Alfa Romeo Milano

Alfa Romeo, nuovo SUV elettrico in arrivo
Alfa Romeo, nuovo SUV elettrico in arrivo – Foto credits Alfa Romeo press

Una delle auto più attese del 2024 è senza dubbio Alfa Romeo Milano. La vettura della casa del Biscione, infatti, dopo aver alimentato le voci sul nome che hanno tenuto banco per mesi, è uno dei modelli in grado di far sognare gli appassionati. Lo sbarco sul mercato è previsto per aprile 2024 mentre sarà commercializzata, oltre che nella versione ibrida-benzina, anche con motore 100% elettrico rappresentando così la nuova porta di accesso al mondo dell’azienda di Arese.

Basata sulla nuova piattaforma Stla Small del Gruppo Stellantis, – già utilizzata da Jeep Avenger e Fiat 600 – arriverà intorno ai 4,20 metri di lunghezza con un passo che supererà i 2,50 metri. Dal punto di vista motoristico, invece, la versione 100% elettrica, dovrebbe basarsi su un motore da 156 CV, alimentato da una batteria da 51 kWh che garantirà un’autonomia stimata di oltre 400 km. Le versioni termiche, invece, dovrebbero avvalersi del motore 1.2 3 cilindri turbo mild-hybrid, da 100 o 136 CV.

Dacia Duster

Dacia Duster
Dacia Duster – Foto credits Dacia press

Ordinabile da inizio 2024, la nuova Dacia Duster merita di diritto un posto d’onore nella classifica delle auto più attese del nuovo anno. Diventata una vera e proprio pietra miliare nel mondo auto, la vettura della casa romena ha deciso di rifarsi il look da capo a piedi partendo dalla nuova piattaforma, la CMF-B già utilizzata per Sandero e Jogger e derivata da quella delle Renault Clio e Captur, che permetterà di aumentare le dotazioni dal punto di vista delle sicurezza.

Sotto il cofano, poi, sono previste tante motorizzazioni a partire dal 1.2 turbo mild hybrid a tre cilindri da 130 CV passando per la versione con motore 1.6 aspirato con quattro cindri e full hybrid da 140 CV, già utilizzato su Dacia Jogger. Il punto di contatto con il passato, invece, sarà rappresentato dal 1.0 turbo a 3 cilindri alimentato a Gpl, con 101 CV e un serbatio del gas da 50 litri. Dacia Duster, inoltre, si presenterà anche con il modello ibrido leggero che sarà disponibile anche in versione 4×4 con ben cinque programmi di guida che permettono di affrontare anche neve, fango e sabbia.

Lancia Ypsilon

Il frontale di nuova Lancia Ypsilon
Il frontale di nuova Lancia Ypsilon – Foto credits Lancia press

Sempre dall’Italia arriva un altro dei modelli auto più attesi per il 2024. Si tratta di Lancia Ypsilon che, dopo aver fatto intravedere diversi particolari, dovrebbe presentarsi al mondo a febbraio del nuovo anno alzando così il velo su una delle vetture che ha generato maggior interesse negli ultimi mesi. Una vettura in parte rivoluzionata che, nelle intenzioni della casa torinese, dovrebbe dare vita a un nuovo Rinascimento della quale sarà protagonista.

La nuova Lancia Ypsilon dovrebbe essere un’auto più grande rispetto a quella attuale con una lunghezza di poco superiore ai 4 metri e un abitacolo e un baule più spaziosi. Il powertrain utilizzato sarà quello degli altri modello Stellantis, formato da un motore elettrico da 156 CV che dovrebbe garantire un’autonomia di circa 400 km grazie ad un pacco batteria da 54 kWh. Più avanti, poi, dovrebbe esserci anche una versione mild hybrid con motore benzina tre cilindri di 1.2 litri, lo stesso che equipaggia la Fiat 600 e la Jeep Avenger nelle versioni non elettriche.

Porsche Macan

Nuova Porsche Macan elettrica 2024
Photo by Porsche

Non poteva non esserci una vettura tedesca tra le auto più del 2024. E tra le più attese questo modello risponde al nome di Porsche Macan. La sportiva firmata dall’azienda di Zuffenhausen, dopo l’addio al mercato nel 2023, è già pronta a rinascere in veste totalmente rinnovata ma soprattutto elettrica, sfruttando un powertrain che prevede due motori, uno per asse, per una potenza combinata fino a 612 CV. Ad alimentarli, integrata nel pianale, c’è una batteria da 100 kWh che in ricarica accetta fino a 270 kW, promettendo tempi di rifornimento brevi.

Novità che non si limitano solo all’alimentazione ma comprendono anche l’utilizzo della nuova piattaforma PPE, ovvero Premium Platform Electric, realizzata da Porsche e Audi appositamente per le auto elettriche e che permetta di dare un maggiore equilibrio alla coppia motrice, potendo quindi ottenere quattro ruote sterzanti. L’arrivo in concessionaria è previsto per l’autunno del 2024 con prezzi da circa 85.000 euro.

Peugeot 3008

Peugeot e-3008
Peugeot e-3008 – Foto credits Peugeot press

Peugeot e-3008, la variante alla spina del crossover della casa francese, si è conquistata nel corso dei mesi la possibilità di entrare nella classifica delle auto più attese del 2004. Più lunga di 9 cm, per un totale di 454 cm, la terza generazione della vettura della casa del Leone si è presentata con forme filanti e interni spaziosi. Lo sbarco in concessionaria è previsto per febbraio del nuovo anno, ma le caratteristiche di questo modello sono già state svelata aumentando, di fatto, l’attesa per l’arrivo sul mercato.

La nuova crossover francese, infatti, è la prima auto del gruppo Stellantis a sfruttare la piattaforma STLA Medium, nata principalmente per le auto elettriche. E così sarà anche per Peuegot 3008 che, oltre alla variante elettrica di lancio da 213 CV e dotata di una batteria da 73 kWh dovrebbe essere a breve affiancata da un modello alla spina, stavolta con una batteria da 98 kWh e ben 700 km di percorrenza dichiarati. Oltre a queste due versioni, poi, arriveranno anche l’ibrida leggera 1.2 turbo a benzina da 136 CV e, più avanti, la 1.6 plug-in da circa 200 CV a completare così l’offerta Peugeot.